Fermento ed attesa, per l´edizione numero trentuno del Rally Città di Pistoia, terza prova del Challenge Rally Nazionali di VI zona, in programma per il 10 ed 11 aprile prossimi.

Alla Pistoia Corse, l´organizzatore dell´evento, con le iscrizioni aperte dalla settimana scorsa (chiusura il 3 aprile) stanno giungendo adesioni per il rally e si stanno registrando molte chiamate di interesse per parteciparvi anche da “nomi” di rilievo nel panorama nazionale, segno che la il “Pistoia” è assai apprezzato, frutto di un lavoro svolto nel tempo con passione e professionalità.

ARRIVANO LE “STORICHE”
Il classico valore aggiunto della gara saranno quest´anno le vetture storiche. Le macchine da corsa che hanno fatto la storia dell´automobilismo su strada saranno infatti quest´anno parte integrante del Rally Città di Pistoia, per il quale è stato deciso di aderire alla nuova normativa CSAI, che prevede siano accettate un numero massimo di 10 iscrizioni di auto storiche.
Esse avranno una classifica separata (solo classifica generale di ogni raggruppamento e relativi premi d´onore, non saranno ammesse altri tipi di classifica e/o premiazioni), partiranno dopo le vetture moderne, con una distanza di sicurezza a discrezione del Direttore di Gara e potranno essere precedute al massimo da una vettura “apripista”.
Storia, cultura e sport si intrecciano quindi al “Pistoia” duemiladieci, confermandolo al top per quanto riguarda l´offerta a chi corre ed anche a chi potrà assistere alle Prove Speciali.

UN PERCORSO DI TRAZIONE CON ALCUNE NOVITA´
E´ stato disegnato un tracciato di gara, che abbraccia molti punti della provincia, punteggiato da otto Prove Speciali, che verranno distribuite in due giorni. Il disegno originario del percorso 2010 è stato modificato per problemi logisti, ma si assicura una manifestazione che certamente non disattenderà le aspettative di tutti. Sabato 10 aprile, infatti, sono previste le prime due prove speciali, mentre l´indomani, domenica 11 aprile, sono in programma altre sei sfide contro il tempo, nello specifico, tre da correre due volte. I dettagli del percorso, per ovvie ragioni di sicurezza ed anche per rendere il confronto sportivo quanto più trasparente possibile evitando ricognizioni abusive, non vengono rivelati, ma si assicura che si correrà su strade che hanno fatto la storia della corsa. Ad un percorso consolidato nel tempo, infatti, sono state apportate le opportune modifiche per rendere la sfida quanto più appassionante possibile. Il totale del percorso di gara sarà di circa 350 Km. dei quali 75 cronometrati.

CAMBIA LA LOGISTICA
Dopo l´edizione 2009 che portò la gara a Casalguidi (alle porte di Pistoia), per l´edizione di quest´anno la Pistoia Corse ha deciso di rimettere mano ancora sulla logistica, portando tutto quanto è proprio della gara presso le ampie strutture del Centro Commerciale “Panorama”, nei pressi della zona industriale “Sant´Agostino” , sempre in Pistoia. E´ una particolarità dell´edizione numero 31, che vuole portare sempre più la disciplina dei rally a contatto con un sempre più ampio respiro di interlocutori, iniziativa già sfruttata con successo due anni fa ed anche lo scorso anno in occasione della Ronde dei Vivai Pistoiesi di novembre.
Quartier Generale, Direzione Gara, Segreteria e sala stampa, oltre a partenze, arrivo, riordinamenti e parchi assistenza saranno infatti previsti nell´area “Pallavicini”, mentre le operazioni di verifica sono previste a Casalguidi presso la ditta “Pazzaglia”.
La gara prenderà il via dal Centro Commerciale “Panorama” sabato 10 aprile alle ore 17,01 e dopo quattro prove speciali i concorrenti vi faranno ritorno a partire dalle ore 21,45 per entrare nel riordinamento notturno. Dopo le prime due sfide saranno previsti un riordinamento ed un parco di assistenza.
L´indomani, domenica 11 aprile la sfida ripartirà alle 08,01 per terminare nello stesso luogo alle 15,00, come già accennato dopo altri sei appuntamenti con il cronometro.

ISCRIZIONI APERTE SINO AL 3 APRILE
Il periodo in cui potranno essere accettate le iscrizioni arriverà sino a sabato 3 aprile. A far data proprio dall´apertura delle adesioni al Rally il percorso di gara é costantemente monitorato da personale addetto congiuntamente con le Forze dell´Ordine, al fine di evitare ricognizioni abusive che possano creare difficoltà ai luoghi attraversati dal rally. Ogni segnalazione verrà presa in considerazione per le opportune verifiche ed eventuali sanzioni del caso secondo la regola federale in materia.