Si sono chiuse con grande successo le iscrizioni della 1a Coppa Storica Rally Città di Modena, la prima edizione di regolarità turistica per autostoriche, che conta ben 156 equipaggi iscritti che porteranno i loro gioielli al piazzale Novi Sad per le verifiche, nella mattinata di sabato 17 aprile, per poi raggiungere il parco chiuso in Piazza Grande e da lì prendere il via per la tenzone cronometrica poco prima delle ore 16, per andare poi a percorrere le prove di abilità nel seguente ordine: Rocca Santa Maria (h.16,46), Valle (h.17,06), San Martino (h.17,56), Polinago (h.18,12), Casa Matteazzi (h.18,41), Valle (h.20,11), San Martino (h.21,01) e Casa Matteazzi (h.21,46) per poi recarsi all’arrivo in Piazza Tasso a Serramazzoni, dove il primo equipaggio taglierà il traguardo alle ore 22,00, nel classico clima di festa che la cittadina appenninica riserva a tutte le iniziative sportive che ospita.

La manifestazione accolta con calore ed entusiasmo da tutti gli appassionati dei motori vanta, oltre che un parco autovetture di notevole spessore, nomi noti della specialità, prima fra tutti Sandro Munari che farà da apripista, e poi diversi vincitori delle vecchie edizioni del Rally di Modena come il modenese Mauro Bompani (1975 e 1976), il reggiano Marco Gatti (1990), il modenese Mauro Marasti (1993) e ancora Paolo ed Alessandro Alessandrini, Marco Bianchini, Marco Cappi, Fabio Moscato, Fabio Maida, Sergio Bertoni e Davide Pelloni, il re dei rally sprint degli anni 80/90; navigati chi dai loro co-piloti storici, chi dai degni sostituti. Tra i vari equipaggi meritano menzione i giovani cugini Michael e Andrea Scorcioni, figli di Domenico Scorcioni noto driver, (anche lui al via della manifestazione) e di Marco Scorcioni (storico navigatore di Marco Cappi).

Durante la giornata di festa, a Serramazzoni, verranno allestiti stand gastronomici che saranno mantenuti operativi dal gruppo degli Alpini di Monfestino, che si prodigheranno per dare il loro supporto alla manifestazione patrocinata dall’ACI di Modena e dai Comuni di Modena, Maranello, Serramazzoni e Polinago.