Noblesse oblige. E dunque per parlare del 1° Tuscan Rewind, tre giorni all’insegna di agonismo, spettacolo, divertimento, entusiasmo di pubblico, equipaggi e campioni al via sulle mitiche speciali tra Montalcino, Buonconvento e San Giovanni d’Asso, non si può che dare la precedenza alle vetture storiche.

I fratelli livornesi Giovanni e Silvia Galleni si sono aggiudicati la prima edizione di Tuscan Rewind “storico”, riuscendo a piazzare la loro Opel Ascona 400 davanti a tutti, nonostante qualche acciacco al differenziale e con la rottura della barra nel finale. Un ultima prova speciale all’attacco ha permesso loro di avere ragione del passo garibaldino degli spagnoli Raul Sole Huix, con Carles Serra Fabregas alle note, velocissimi con la Ford Escort MkII, giunti alla fine staccato di soli 12”1. A chiudere il podio il bolognese Simone Brusori, con Federico Betti, a bordo della Porsche 911 con la quale hanno preceduto il comasco Enrico Guggiari, navigato dalla ex campionessa tricolore Chantal Galli sulla splendida Fiat 131 Abarth. Attardato in classifica da problemi meccanici alla sua Talbot Lotus, ma sempre spettacolare in prova speciale Federico Ormezzano, navigato da Betty Tognana.

Grande spettacolo e show di “traversi” tra le vetture di Omologazione Scaduta, con protagoniste macchine più recenti, ma comunque cariche di storia.

E’ stato un emozionato Paolo Ciuffi, pilota della scuderia Etruria, a festeggiare il primo posto finale sul podio nel cuore storico di Montalcino, con la Subaru Impreza Wrx dove a leggere le note era Mirko Goggioli. Nonostante i capricci del cambio, il pilota fiorentino è riuscito a precedere il livornese Andrea Aghini, già campione italiano rally e pilota ufficiale Lancia, con all’attivo una vittoria nel rally mondiale di Sanremo del 1992. “Ago”, con a fianco Lorenzo Granai, che correva sulle strade di casa, ha avuto più di un problema sulla Lancia Delta 16V colorata Martini Racing, con il motore che ha fatto le bizze nella tappa di sabato e il cambio che ha perso seconda e quarta marcia alla domenica. Così Aghini, sicuro comunque del secondo posto finale, ha onorato la sua presenza facendo impazzire il pubblico con “traversi” di grande effetto. L’ultima prova speciale ha privato Carlo Falcone, in coppia con Alessandra Mazzei, del terzo posto finale per una perdita di benzina sulla Subaru Impreza Wrx, con l’ultimo gradino del podio agguantato da Giorgio Renzetti, al debutto sulle speciali sterrate al volante di una Ford Escort Cosworth, con Silvia Micheletti a dettare le note. La prima frazione di gara ha avuto protagonista di vertice “Pucci” Grossi, pluricampione su sterrato ma anche su asfalto, in coppia con Alessandro Pavesi, fermato dalla rottura del differenziale della sua Delta Integrale quando era in testa.

Anche tra i prestigiosi apripista al via show di alto livello di Miki Biasion, che ha ritrovato la Opel Kadett Gte dei suoi esordi come pilota, di Alessandro Nannini, che si è divertito con una Delta Integrale, mentre Markku Alen è uscito subito di scena, per la rottura di un pistone del motore della Toyota Celica St 185. Tutti sono stati festeggiatissimi dal tanto pubblico accorso sulle prove speciali.

“E’ sempre difficile mettere in scena la prima edizione di una manifestazione – racconta alla fine Vito Piarulli, “anima” di Tuscan Rewind – ma abbiamo trovato la piena collaborazione di tanti appassionati della zona, delle Autorità locali e delle Forze dell’Ordine, l’abbraccio del pubblico e la presenza di tanti equipaggi e vetture di qualità. Il successo e l’entusiasmo intorno a questo primo Tuscan Rewind credo saranno un buon viatico per la crescita futura dell’evento”.

LEGEND STARS: CALZOLARI IL PIU’ SPETTACOLARE

E’ stato quasi un plebiscito di voti tramite sms, legati al concorso “vinci Rallylegend” quello che ha consegnato al sammarinese Giuliano Calzolari il trofeo di pilota più spettacolare, per la guida funambolica della sua Ford Escort Rs con la quale ha fatto divertire il tanto pubblico assiepato lungo le prove speciali.

TUSCAN BENEFICO

Successo della serata di beneficienza alla vigilia di Tuscan Rewind, che ha avuto luogo sul palco partenza e arrivo della gara, nel pieno centro storico di Montalcino. Un’asta benefica, con battitori d’eccezione Miki Biasion, Markku Alen e Alessandro Nannini, in cui sono state messe all’incanto alcune bottiglie “magnum” di pregiati vini Brunello di Montalcino, Belnero e Baccano, quest’ultimo prodotto dalla cantante Gianna Nannini, autografate dai campioni presenti, con il cospiscuo ricavato destinato al reparto Pediatria dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, diretto dal Prof. Cicognani. Da evidenziare che piloti e campioni presenti sono stati anche tra i protagonisti più accesi dei rilanci delle offerte.

SERATA DI GALA A CASTELLO BANFI

Tra le due tappe di Tuscan Rewind, serata di gala nella incantevole cornice di Castello Banfi, con le splendide sale affollate da tutti gli equipaggi, con amici e familiari, le Autorità locali, lo staff organizzativo e con la partecipazione disponibile e simpatica dei grandi campioni presenti alla gara. Un evento che ha riscosso l’entusiasmo dei tanti intervenuti.

PRESENTAZIONE MEDIA “DELTA PARTS”

Delta Parts è un’idea di quattro persone appassionate di rally. La famiglia Burkart, che ha utilizzato delle Lancia Delta per correre, e tra loro il padre di Aaron Burkart, campione mondiale della categoria S1600 e Andrea Maselli che, nel passato, ha partecipato a diversi rally. La particolare passione per le Delta li ha spinti a perseguire l’obiettivo di dare continuità a quest’auto, cercando di mettere a disposizione di utilizza abitualmente una Lancia Delta Gruppo A i ricambi necessari per la preparazione. Il primo passo è stato quello di rilevare il magazzino Abarth, presso il team Astra del signor Pregliasco. L’iniziativa è stata presentata a Tuscan Rewind, nel corso di una conferenza stampa.