Nel circuito stradale del Mugello i tre alfieri del Guagliardo Historic Porsche Team monopolizzano la piazza d’onore dei tre gruppi. “Mimmo” ed il suo compagno Rizzuto trionfano nel circuito bresciano di Franciacorta diventando i nuovi leader di categoria nella serie tricolore

Anche in questo week end il Guagliardo Historic Porsche Team ha raccolto successi ed allori. Campi di battaglia i circuiti, quello stradale del Mugello per Savioli, Alfonzo, De Luca e Maraldi, mentre quello di Franciacorta per Guagliardo e Rizzuto.

“Mimmo” e Giosuè, alternandosi alla guida della Porsche 911 Rsr sul circuito bresciano, sono scattati dalla seconda fila della griglia di partenza, passando in testa alla gara a sei giri dalla bandiera a scacchi dopo un’accesa rimonta, alimentata da un fuoripista nelle battute iniziali dopo una toccata con Totò Riolo.

Nel quarto di sette appuntamenti stagionali del Campionato italiano Velocità Autostoriche, la coppia palermitana della Island Motorsport ha così svettato nella competitiva categoria riservata alle vetture oltre 1600cc, conquistando così la leadership provvisoria nel 3° Raggruppamento, a tre prove dal termine della serie tricolore di specialità.

“Voglio dedicare questo successo – ha sottolineato un raggiante Giosuè Rizzuto – al 18enne casertano Oscar Esposito, figlio di miei cari amici, e tuttora in fin di vita per un incidente stradale occorsogli domenica scorsa”.

Ottimi risultati anche tra gli storici asfalti fiorentini del circuito stradale del Mugello, che per due giorni hanno dato vita al quinto round della serie Tricolore ACI Csai. Il giro di boa della stagione ha visto i leader di campionato Marco Savioli ed Alessandro Failla condurre una gara regolare, condizionata solo dall’assetto della loro Porsche 911 di gruppo 4. Il duo dell’A.S.P.A.S. ha perso quindi più di un minuto, dovendosi così accontentare di una piazza d’onore che conferma la loro leadership in testa al campionato italiano autostoriche.

Sempre nel secondo raggruppamento, dietro la coppia palermitana si è piazzata l’altra 911 del team condotta da Alessandro Maraldi e Giancarlo Banchetti.

Piazza d’onore di gruppo anche per Giuseppe Alfonzo e Giacomo Giannone, a bordo di una Porsche Carrera 3000 di terzo raggruppamento, che nella seconda piesse è stata rallentata dalla rottura del braccetto della sospensione anteriore sinistra.

All’arrivo di Firenzuola, dopo due tappe, dodici prove Speciali e 324 chilometri, è arrivata in seconda posizione di gruppo anche la quarta auto del team Guagliardo, la Porsche 911 di primo raggruppamento dei palermitani Mario De Luca e Roberto Consiglio.