Seconda gara, seconda vittoria. Alex Caffi alimenta la sua fama di pilota vincente e trionfa per la seconda volta consecutiva sulle strade del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Navigato da Roberto Peroglio, il bresciano della Historic Team vince il Circuito di Cremona, sesta tappa della massima serie Tricolore ACI Csai, al volante della Porsche 911 RS della ZF Motorsport.

Con la potente versione Gruppo 4 della coupè tedesca, Caffi si impone anche nel combattuto 2° Raggruppamento, categoria che conta al via i migliori piloti del momento. “Rispetto al Mugello, è stato più difficoltoso impormi in questa fantastica gara dove, per la prima volta, ho corso di notte su di un tracciato decisamente più rallystico e contro un Andrea Stefanacci molto veloce, peccato che si sia dovuto fermare perchè il nostro è stato un bel duello!”.

Effettivamente il toscano del RC Sandro Munari lo abbiamo visto in azione solamente in cinque prove speciali, ma è sembrato decisamente più competitivo e incisivo in confronto alla gara precedentemente disputata. La rottura del sei cilindri della Porsche 911 SC è però arrivata ad interrompere la rincorsa che Stefanacci stava portando alla prima posizione e che stava realizzando a suon di temponi nel momento in cui Caffi restava senza l’ausilio dei fari supplementari. Un empasse che ha momentaneamente rallentato il ritmo del vincitore, che nessun altro è poi riuscito ad eguagliare.

Alle spalle della coppia di testa e con qualche problema tecnico al cambio si è segnalato sin dai primi chilometri di gara il valtellinese Lucio Da Zanche, confermandosi poi al secondo posto assoluto del traguardo di Cremona con la Porsche 911 RSR nei colori della scuderia Ateneo, con 1’20”9 di ritardo dal vincitore, ma autore nel finale di ottimi e convincenti tempi, che gli hanno consentito di tenere dietro Marco Savioli. Una volta superata la fase notturna della gara, il siciliano leader di campionato ha iniziato a guidare al meglio la 911 dell’ASPAS, riducendo a soli nove secondi il divario dal pilota valtellinese ed assicurarsi il terzo posto assoluto e nel 2. Raggruppamento. Il Circuito di Cremona, gara organizzata dall’Automobile Club di Cremona su di un tracciato impegnativo ed in gran parte in notturna, è stata competizione che ha segnato l’inatteso forfait di Giuseppe Alfonzo, per una improvvisa labirintite che gli ha impedito di prendere la partenza, ha però evidenziato le prestazioni Marco Domenicali. Il lecchese della Tricolore Rally Team ha riscattato il deludente stop del Mugello, conquistando la quarta piazza assoluta e la vittoria nel 3. Raggruppamento a bordo della Porsche 911 Gruppo 4 con la quale ha centrato in diverse prove la seconda prestazione cronometrica. Più sfortunato è stato l’esito della gara del bresciano “Pedro” che ha dovuto alzare bandiera bianca a pochi chilometri dall’arrivo, per la rottura del differenziale di una Ferrari 308 GTB Gruppo 4 sviluppata e più competitiva rispetto il recente passato, al volante della quale ha segnato diversi ottimi tempi assoluti ed occupato la quarta piazza battagliando a stretto contatto con Domenicali.

I bresciani Voltolini e Morelli concludono una gara dalle prestazioni costanti al quinto posto assoluto, a bordo della Porsche 911 SC Gruppo 4 ed al secondo posto del 3. Raggruppamento. Il pesarese della Scuderia Malatesta Riccardo Bucci, in coppia con Barbara Neri, si aggiudica il Gruppo 2 del 3. Raggruppamento a bordo della Alfa Romeo Alfetta Gt, al termine di una estenuante lotta con l’umbro Piero Carissimi, secondo per soli 5”8 con la Opel Kadett GTE della quale ha diviso l’abitacolo con il navigatore Nello Puccetti. I piacentini Alessandro Cortimiglia e Michele Radicchio su Lotus Elan GTS 1600 si impongono nel 1. Raggruppamento, davanti all’alessandrino Luigi Capsoni, secondo del Raggruppamento ma primo di classe 1300 con la Renault alpine A 110 alla quale ha dovuto sostituire il motorino d’avviamento e pagare sei minuti di ritardo nelle seconda prova speciale.

Classifica dopo 10 prove speciali: 1. Caffi – Peroglio (Porsche 911 Rs) in 50’22”7; 2. Da Zanche – Cirillo (Porsche 911 Rsr) a 1’20”9; 3. Savioli – Failla (Porsche 911) a 1’30”; 4. Domenicali – Oberti (Porsche 911 Sc) a 2’00”6; 5. Voltolini – Morelli (Porsche 911 Sc) a 2’57”5; 6. Andreis – Farina (Porsche 911 Carrera) a 3’12”9; 7. Patuzzo – Martini (Porsche 911 Sc) a 3’39”1; 8. Bucci – Neri (Alfa Romeo Alfetta Gt) a 4’36”7; 9. Carissimi – Puccetti (Opel Kadett GTE) a 4’42”5; 10. Ricci – Mancuso (Opel Ascona 400) a 4’36”6

Calendario gare: 25-28 marzo 25° Sanremo Rally Storico; 16-18 aprile 6° Rally Storico Campagnolo; 7-8-9 maggio Targa Florio Historic Rally 2010; 5-6 giugno 4° Rally Del Corallo; 12-13 giugno Circuito Stradale Del Mugello 2010; 10-11 luglio 11° Circuito Di Cremona; 4-5 settembre 15° Rally Alpi Orientali Historic; 18–19 settembre 22° Rally Elba Storico; 1-2 ottobre 3° Rally Città Di Brescia; 15-17 ottobre 5° Rally Due Valli Historic