I 105 equipaggi ammessi alla gara, dei quali 7 con auto storiche, dopo le verifiche tecniche e sportive, hanno potuto mettere a punto le loro vetture nello Shakedown predisposto a Nimis. Subito dopo la cerimonia di partenza avvenuta alle ore 18.01, hanno disputato la Super Speciale “Festival Majano” di 1,52 km sul percorso di un ex kartodromo. La prova è stata ripetuta due volte, ed è partita proprio in concomitanza con l’apertura della 50^ edizione del Festival di Majano, organizzato in modo eccellente e coinvolgente dall’associazione, Pro Majano.

Il Rally di Majano è molto sentito e seguito e gli spalti lungo il percorso della prova speciale in città, erano gremiti di appassionati spettatori.

Dopo questo preludio, la gara entrerà nel vivo domani mattina, domenica 25 luglio.
Dopo l’uscita dal riordino notturno di Majano, gli equipaggi effettueranno una breve assistenza a Tarcento, prima di affrontare le altre 8 PS della gara.
La prima speciale, la PS 2 Muris di 5,73 km, con una prima parte in leggera salita e un ultimo tratto con una serie di tornanti spettacolari, partirà alle ore 09.32.
Si passerà poi alla PS 3, “Monte Cuar” accorciata di circa 4 km per problemi di sicurezza dell’ultima parte percorso e ora di 6,97 km, probabilmente la prova più impegnativa della gara, con un tratto in salita seguito da una discesa molto stretta e guidata.
Conclude il primo giro la PS 4 “Montenars” di 12,84 km, la più lunga del rally, anche questa parte in salita, prosegue con una serie di sali scendi e verso la fine un’inversione a destra spettacolare sia per i piloti che per gli spettatori, l’ultimo tratto è in salita con una pendenza del 18%.

Nel pomeriggio, dopo il Parco Assistenza di Tarcento, un secondo passaggio sulle stesse prove.
Un ultimo Parco Assistenza e poi concluderanno la gara un terzo passaggio sulla PS Muris e sulla PS Monte Cuar.

L’arrivo finale è previsto alle ore 18.45, dopo 67,52 km cronometrati.