Prende il via domani la fase cruciale del 3° Rally di Reggello e Valdarno Fiorentino. La gara, dopo aver scoperto i propri caratteri nei giorni scorsi da domani imbocca la ipotetica dirittura di arrivo: apriranno infatti le iscrizioni, periodo che si allungherà sino al 30 agosto. Questa chi sta aprendo è dunque la fase che porterà l’evento verso il sentire accendere i motori, il 4 e 5 settembre prossimi, mettendo sul piatto di appassionati ed addetti ai lavori un mix di spettacolarità e completezza tecnica.

Poco più di centosessanta chilometri di percorso totale, settantasette dei quali di distanza competitiva, punteggiati da sei prove speciali dislocate nei comuni di Reggello, Figline Valdarno, Incisa e Rignano sull’Arno. Ecco i caratteri di una gara che solo al terzo anno di vita cerca il tanto atteso “salto di qualità”, che vuole portare Firenze ed il proprio territorio ad occupare una posizione di primaria importanza nel gallismo di alto livello. L’organizzazione ha bene fissati gli obiettivi, proponendo una connotazione di alto livello, espressione di un’evoluzione tecnica che ha promosso l’atteso appuntamento motoristico fiorentino della titolazione di Rally Nazionale.

VETTURE MODERNE E STORICHE PER UN RALLY DI QUALITA’
Disegnato da criteri selettivi, dando priorità alla bellezza dell’ambiente circostante, Reggello Motor Sport è pronta ad offrire all’atteso plateau di partecipanti una competizione di elevata caratura ed uno scenario unico, caratteristica riconosciuta alla location toscana. Oltre alle vetture moderne la gara si chiamerà “REGGELLO STORICO-COPPA CITTA’ DELL’OLIO” con chiaro riferimento della principale caratteristica di questo territorio, l’olio, che darà il nome alla sfida riservata alle vetture storiche, quelle che hanno fatto la storia della specialità.

UNA LOGISTICA CHE ESALTA LA BELLEZZA DEL TERRITORIO VALDARNESE
Sarà, la Pieve di Cascia teatro di partenza ed arrivo dell’appuntamento nazionale. Una scelta che valorizza il connubio vincente tra Reggello Motorsport e le istituzioni locali, impegnate con grande entusiasmo nel progetto di questa gara, l’unica che si svolge esclusivamente nel territorio fiorentino. Un ritorno in grande stile per una città, una provincia, aperte alle più grandi idee che sappiano valorizzare i luoghi e quella del rally è una di queste. Quartier generale del rally, Direzione Gara e Sala Stampa, saranno ubicate nei locali adiacenti la Pieve Romanica di Cascia, così come la sede delle verifiche sportive. Teatro delle verifiche tecniche, invece, sarà Via Kennedy, di fronte lo stadio.

A Reggello l’onere di ospitare il Riordinamento notturno, predisposto in Piazza Aldo Moro. Il raggruppamento successivo, in programma nella giornata di domenica, sarà ambientato in Piazza M. Ficino a Figline Valdarno, location pronta ad ospitare, nella zona industriale adiacente Via Brodolini, il Parco Assistenza.

LA SFIDA SI ANNUNCIA DI ALTO LIVELLO TECNICO
Due i giorni di gara, come si addice alle sfide di alto profilo. Tre le prove speciali diverse che i concorrenti dovranno affrontare, quindi un percorso che pur essendo molto tecnico offre la possibilità di essere provato con la massima facilità, senza perdite di tempo ed anche senza eccessive spese.

Sabato 4 settembre, dalle 10,00 alle 15,00 sono previste le verifiche amministrative e tecniche, dalle 13,00 alle 17,00 il test delle vetture da gara in località “Leccio”, poi tutti pronti per vedere sventolare la prima bandiera i partenza. Alle 21,30, da Cascia, la partenza, poi saranno i quindici chilometri della “Reggello” a dare sfogo all’adrenalina, con il fascino dei duelli in notturna, con l’esaltante attesa del rombo dei motori e dei fasci luce dei fari supplementari. Strade in parte già utilizzate nelle due edizioni precedenti, utili nel dare vigore al confronto sul campo ed a completare il primo giorno di gara ci saranno pure i 14.500 chilometri di Figline, su percorsi interamente nuovi. Poco dopo la mezzanotte i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno per uscirvi l’indomani, domenica 5 settembre alle 09,30. Quattro le prove speciali in programma nella giornata conclusiva, decreteranno il vincitore assoluto: “Rignano-Incisa”, da disputarsi per due volte, la quale riporterà in auge percorsi che hanno visto negli anni passati una classica del rallismo toscano , il Rally dell’ Impruneta, , “Figline” e “Reggello”. La bandiera a scacchi sarà sventolata a partire dalle 15,40, sempre a Cascia.

ECOLOGIA ED ENERGIA ALTERNATIVA: IL MESSAGGIO DEL RALLY
Da sempre sensibile e rispettosa del paesaggio circostante, elemento di spicco della manifestazione motoristica, Reggello Motor Sport ospiterà, nell’eccellente parco partenti, una vettura da competizione alimentata ad energia elettrica, la quale farà da apripista. Un elemento utile nel sensibilizzare al rispetto dell’ambiente ed a valorizzare l’uso di energia alternativa, particolare che evidenzia l’impegno profuso dall’entourage toscana, protagonista di un lavoro peculiare pronto ad esprimere tutta la sua completezza nel primo fine settimana di settembre.