Nove gli equipaggi iscritti al Rally Alpi Orientali e nonostante per la prima volta non si sia raggiunta doppia cifra, le premesse per un’altra avvincente sfida ci sono tutte. Tutti presenti i piloti che occupano i gradini più alti della classifica assoluta a partire dai vicentini Williams e Thomas Zanotto in gara con la vettura usata all’epoca da Vittorio Caneva. Desiderosi di riscatto sono sia i veronesi Franco Beccherle ed Emma Zanetti e l’equipaggio veneto-trentino formato da Alvise Scremin e Marco Comunello.

Occhi puntati sul perugino Giorgio Sisani, molto regolare nei precedenti appuntamenti, che sarà navigato da Michela Cressi, apprezzata navigatrice triestina già protagonista nel Trofeo degli anni ’80. Per lei il rientro alle corse dopo un lunghissimo stop. Massimo Panari e Stefano Vezzelli tornano ad Udine dopo l’esperienza dello scorso anno quando erano impegnati nel Challenge Milletrè mentre per gli aretini Orazio Droandi e Fabio Matini sarà la prima esperienza sulle strade friulane. Anche per Remo Castellan si tratta di un ritorno dopo l’esperienza del 2008; confermata Anna Ferro a navigarlo.

Continua l’esperienza per i bresciani Fabio ed Erica Vezzola dopo il debutto assoluto avvenuto poco più di due mesi fa; chiude l’elenco Filippo Fiora che torna in gara dopo un lungo periodo e fa nuovamente coppia con Fabrizio Mirandola. Come previsto dal regolamento, le A112 del Trofeo correranno solo la prima tappa che scatterà giovedì con la disputa della prova spettacolo; dopo il riordino notturno a Cividale del Friuli si ripartirà venerdì mattina: il programma prevede tre prove da ripetere due volte. L’arrivo è previsto nel pomeriggio e le premiazioni subito dopo. Anche in questa occasione, Yokohama Italia metterà in palio per il primo classificato due pneumatici Advan che saranno consegnati assieme agli altri premi durante la mostra Auto Moto d’Epoca in programma alla Fiera di Padova dal 22 al 24 ottobre.