Il Rallyclub Sandro Munari, punta decisamente a ben figurare in occasione della quindicesima edizione del Rally Alpi Orientali e lo dimostra schierando ben otto equipaggi con i quali consolidare le attuali leadership nella classifica dei Team e in quella del 2° Raggruppamento al comando del quale si trovano i bi-campioni Europei Valter Jensen ed Erik Pedersen reduci da un’ottima prestazione in Finlandia con la loro Porsche 911 gr.4. Prima di loro partiranno i vincitori dell’edizione 2009 della gara, Enrico Brazzoli e Paola Valmassoi (Porsche 911 gr.4 – 3° Raggruppamento) ai quali si augura sia finalmente terminata la sequenza di risultati negativi e possano tornare ad esprimersi ai loro livelli tornando in lizza per bissare il titolo continentale conquistato lo scorso anno.

Scorrendo l’elenco è il turno di quella che può esser considerata la vettura più attesa del Rally: la Lancia Rally 037 condotta da Marco Bianchini ed Emanuele Baldaccini e attesissima nel confronto con le migliori Porsche gr.4, ma anche con la Lancia Stratos con la quale Tony Fassina e Marco Verdelli vorranno sicuramente inserirsi nella lotta per il successo finale dopo gli ottimi spunti velocistici realizzati al Sanremo e al Città di Bassano.

Tocca poi a Graziano Muccioli, esperto conoscitore della gara friulana il quale torna al volante della Porsche 911 2.5 gr.4 con Luisa Zumelli quale navigatrice. Gli austriaci Ernst Harrach e Franz Mikes dopo la convincente prestazione sugli sterrati finnici, riportano la Mitsubishi Lancer Turbo sulle strade friulane forti della terza posizione nella classifica continentale del 3° Raggruppamento. Anche la seconda Lancia Rally 037 iscritta, porta i colori del Club: a condurla in gara il francese Patrick Canavese navigato da Stefano Cirillo.

Dopo un lungo periodo di assenza torna ad indossare tuta e casco anche il fiorentino Andrea Polli, immancabile ad Udine; a navigarlo nella fida Lotus Elan del 1° Raggruppamento ci sarà Gianni Goldoni.

Le premesse per ottenere degli importanti risultati in gara ci sono, e da questo importante Rally ci si attendono importanti conferme soprattutto per quanto concerne il Campionato Europeo Fia sia nelle graduatorie dei conduttori che in quella dei Team.