Archiviata la delusione per l’esclusione della vettura vincitrice del Rally Alpi Orientali, in casa Balletti Motorsport si è guardato avanti lavorando sodo in vista dell’importante appuntamento col Rally dell’Isola d’Elba. Sulla bisarca diretta verso l’isola napoleonica sono state caricate sei vetture.

Col numero la Porsche 911 RSR gr.4 dell’equipaggio formato da Totò Riolo che cercherà il doveroso riscatto; sarà navigato per la prima volta da Loris Robba. Sulla vettura del Campione Italiano in carica, campeggia ironicamente un ipotetico sponsor di un noto Ente statunitense che si occupa di missili, astronavi ed affini.

Molta attesa per la rinnovata 911 RSR di Alberto Salvini e Patrizio Salerno, completamente rivista nella carrozzeria ma sempre con la nota livrea verde chiaro. Il duo senese è alla ricerca di un risultato positivo che consacri le buone prestazioni velocistiche dimostrate sino ad ora, in una gara a loro particolarmente gradita.

Su analoga vettura il locale Emanuele Gianotti ci riprova a sfatare la sorte finora sempre avversa nella gara di casa. A navigarlo ci sarà Giuseppe Bonanno. Sempre su Porsche 911 ma impegnata in classe fino a 2500 cc, un’altra presenza “storica” del Rally Elbano: Giuseppe Gallo e il figlio Ferdinando che non perdono l’occasione di cimentarsi in una gara che amano particolarmente.

Si passa poi al 1° Raggruppamento con la quinta Porsche 911. Impegnata nella classe fino a 2000 la coppia bresciana composta da Luigi Zampaglione e Claudio Filippini intenzionati a ripetere la bella gara di dieci giorni fa ad Udine.

La sesta vettura schierata dal Team di Nizza Monferrato è la BMW 2002 Ti gr.2 con la quale correranno Fabio Micheli e Maurizio Olla. Team e vetture sono già a Marina di Campo per prepararsi al meglio alla gara che scatterà giovedì 16 sera per terminare nel pomeriggio di sabato 18