Per il quarto anno consecutivo la bella gara friulana è stata inserita nel calendario del Milletrè e grazie agli accordi 2010 vi si poteva partecipare correndo solo la prima tappa. Grazie ai “cugini” del Trofeo A112 Abarth, gli iscritti erano sei e anche in questa occasione l’equipaggio da battere risultava quello formato da Gigi Capsoni e Riccardo Ronzoni sull’Alpine Renault A110 gr.4.

Ma come successo in molte altre occasioni, i pronostici saltano e a Udine è successo praticamente subito: verso la fine della prova spettacolo allestita nel centro di Udine, Capsoni rompe il cambio ed è costretto a ritirarsi lasciando la Fiat 127 gr.2 di Nicola e Davide Benetton a sfidare le quattro Autobianchi A112 Abarth in lizza anche per l’omonimo Trofeo.

Un forte acquazzone, problemi tecnici e uscite di strada condizionano lo svolgimento della gara che si conclude con la vittoria di Giorgio Sisani e Michela Cressi davanti a Massimo Panari e Stefano Vezzelli entrambi su A112 Abarth. Rititate le A112 di Filippo Fiora ed Alessio Basile a causa della rottura dell’accelleratore e quella di Alvise Scremin e Marco Comunello a causa di un’uscita di strada dovuta ad un precedente inconveniente meccanico. Gara no per i fratelli Benetton che dopo tormentato pre-gara, sono costretti al ritiro per un’uscita di strada.

Nonostante lo stop, Gigi Capsoni e Riccardo Ronzoni si avvicinano sempre di più alla conquista del titolo; mancano tre gare alla fine le quali non saranno molto frequentate soprattutto a causa delle continue variazioni di calendario che vanno appunto a penalizzare i piloti i quali non sono in grado di affontare un rally ogni quindici giorni. Problema quest’ultimo, che va a danneggiare anche la credibilità e l’impegno profuso nell’organizzare la serie.