Dal 16 al 18 settembre prossimi, valido per il Campionato Europeo ed Italiano di rally storici. Il XXII Rallye Elba Storico-Trofeo Locman conta gli iscritti. E´ già successo prima di accendere i motori. Un totale di 123 iscritti, suddivisi in 86 per il Rally ed in 37 per la Regolarita “Graffiti” confermano l´immutato apprezzamento della gara in un respiro internazionale. In ascesa la partecipazione straniera: quattordici le nazioni rappresentate, con arrivi anche dal Canada.

Boom di accessi al sito internet della gara, che dal primo settembre ad oggi ha registrato oltre 150.000 accessi e quasi 35.000 pagine visitate. Prevista anche la diretta internet.
Giovedì 16 settembre, alle ore 16,00 la conferenza stampa di presentazione presso l´Hotel Select a Marina di Campo.

Livorno, 10 settembre 2010.

Cresce ogni giorno di più l´attesa per il prestigioso ed irrinunciabile Rallye Elba Storico-Trofeo Locman. Esaurita la trasferta precedente, sempre in Italia al Rally Alpi Orientali Historic, i protagonisti del Campionato Europeo ed Italiano Rally Storici hanno immediatamente messo a fuoco il loro prossimo obiettivo, la XXII edizione della gara isolana, ottava prova del Campionato Europeo Rally Storici e penultima della serie tricolore della specialità, in programma dal 16 al 18 settembre prossimi.
Molte le novità proposte dal Rallye Elba targato duemiladieci che, in prima battuta, favorisce certamente l´allungamento della stagione turistica sull´isola più grande dell´arcipelago toscano.
Poi, rivela i propri caratteri di alto livello, pensati soprattutto per la soddisfazione di chi corre ed anche di chi potrà assistere. Per questo si parla di successo, con i 123 iscritti, suddivisi in 86 per il Rally ed in 37 per la Regolarita “Graffiti”.

UNA GARA CHE SI ANNUNCIA “MONDIALE”
Quello che ACI Livorno Sport sta andando a proporre sarà come al solito un evento ricco di spunti tecnici e sportivi di valore assoluto. Quest´anno più che mai assume un tono “mondiale”: tra le ben quattordici nazionalità rappresentate, ai nastri di partenza ci sarà un concorrente che arriva dal Canada Sono in arrivo inoltre piloti e copiloti da Austria, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Norvegia, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Svezia e Svizzera. Scorrendo l´elenco iscritti diffuso nella mattina odierna si annunciano sfide di grande effetto, in quanto i migliori interpreti dei due campionati ci sono praticamente tutti. In più la gara sarà avvalorata, come consuetudine dall´ avere al via le 37 vetture dei partecipanti all´Elba Graffiti di regolarità sport. Anche in questo caso l´appuntamento isolano è uno di quelli che i regolaristi amano maggiormente nel contesto nazionale. Sulla scia del grande successo di partecipazioni nelle stagioni precedenti e del forte consenso ottenuto sia dagli appassionati che degli addetti ai lavori (dodici le nazioni rappresentate nel 2009 fra i concorrenti, 6000 unità circa il movimento registrato dei presenti con vari ruoli all´evento), la gara verrà proposta con alcune stimolanti novità per quanto riguarda il percorso di gara, strutturato su tre giornate, dalla serata di giovedì 16 al pomeriggio di sabato 18 settembre.

Infatti, per questo rally cui il solo nome é una garanzia di successo, ha nuovamente previsto due prove speciali per la prima porzione di sfide, previste quindi per la serata di giovedì 16 settembre: la “Due Colli” e la “Capoliveri”, con quest´ultima che torna grazie al forte interesse mostrato dal comune, che ha chiesto di entrare a far parte “della gara”. La prova è corta e molto tecnica ed in parte ricalca il percorso della celebre vecchia prova “dell´innamorata”.

La seconda giornata di gara, venerdì 17 settembre, ha la novità della “Rio-Cavo” poco più di sei chilometri inediti che sicuramente faranno gola a molti, insieme alle classiche del “Monumento” e del “Monte Perone”.

La giornata finale, quella di sabato 18 settembre, proporrà lo stesso format del 2009, che ha assicurato agonismo e sicurezza insieme. In programma ci sono la “Volterraio”, la “Parata-Falconaia” e di nuovo il Monte Perone”, che della gara intera è la “piesse” più lunga, sfiorando i quindici chilometri.

I MOTIVI SPORTIVI
Fare un pronostico risulta difficile. Il plateau degli iscritti, infatti, è talmente di qualità sia per vetture che per caratteristiche dei piloti che anche il più esperto del settore potrebbe fallire nell´elencare un possibile podio assoluto ed anche dei vari raggruppamenti.

Il precedente appuntamento tricolore ed anche continentale di Udine ha ulteriormente messo la classica benzina sul fuoco, ci sono in diversi che vogliono rifarsi delle delusioni ed altri ancora che cercano il riscatto. Entrambe le classifiche sono ancora aperte ed anche corte, per cui le strade elbane avranno da emettere verdetti importanti.
Con il numero uno sulle fiancate partirà uno dei “papabili” per il Successo, il Campione siciliano Salvatore Riolo (Porsche 911). Il driver di Cerda (Palermo), vincitore assoluto ( e del secondo raggruppamento) dell´edizione 2009, è reduce dalla delusione per la squalifica per irregolarità tecnica alla sua vettura ad Udine, quando aveva vinto. Cercherà per primo il pronto riscatto ma non avrà vita facile.

Come lui che pensa al bis pensano ad un risultato da grandi firme il norvegese Walter Jensen (Porsche), l´altro siciliano Marco Savioli (Porsche), uno degli “indiziati” per lo scudetto tricolore, ma anche i vari Pierangelo Rossi, Marco Raoul Domenicali, Giuseppe Alfonzo, l´inglese Ernie Graham, il valtellinese Lucio Da Zanche (secondo a Udine e primo degli iscritti all´Europeo) pensano in grande.

La lista si allunga, per i successi nei vari raggruppamenti, anche con il pratese Andrea Stefanacci (che nel 2009 vinse il terzo raggruppamento ma poi venne squalificato per irregolarità tecnica), con il lombardo Luca Ambrosoli (che corre spesso con le “moderne”), il sammarinese Muccioli, oltre alle estemporanee presenze del fiorentino Paolo Ciuffi, che debutta con una Porsche dopo una ventennale esperienza nelle moderne dove ha sempre vinto tanto, e del livornese Giovanni Galleni, con la sua solita Opel Ascona 400.

Prestazioni redditizie e spettacolari sono attese anche dai vari Piero Carissimi (Opel Kadett), dal fiorentino Andrea Polli (Lotus Elan), Pasutti, Marenzana, Parisi, Salvini, Patuzzo, De Luca, Bentivogli, dall´austriaco Harrach, sempre molto spettacolare con la sua MItsubishi Lancer (con cui ha dato spettacolo in Friuli, prima di fermarsi per incidente). Questi e molti altri grandi interpreti del rallismo storico potranno essere ammirati sulle arterie elbane, quelle che sembrano disegnate apposta per un rally. Quelle dove molta storia dei rally è stata scritta a tratto indelebile.

LA GARA CORRE ANCHE SUL WEB
Il forte interesse per la gara è stato decretato anche dal vero proprio boom di accessi al sito internet www.rallyelbastorico.it: dal primo settembre ad oggi ha registrato oltre 150.000 accessi e quasi 35.000 pagine visitate.
Si tratta di un luogo di incontro dinamico dove, oltre a trovare tutte le informazioni che descrivono la gara, quest´anno chi corre, avrà la possibilità di registrarsi al sito stesso potendo disporre di uno spazio proprio dove inserire foto e curriculum sportivo nell´apposito archivio piloti consultabile da tutti gli utenti.

LA “DIRETTA” DELLE FASI AGONISTICHE
Come lo scorso anno anche per il 2010 verrà organizzata la diretta internet delle giornate di gara. Si potrà quindi assistere alla gara davanti al PC comodamente seduti a casa, grazie alla collaborazione instaurata con il portale www.rallyrevival.it, che curerà l´inserimento delle news di concerto con l´ufficio stampa.

L´OROLOGIO LOCMAN “RALLYE ELBA”, UN MUST AL POLSO DI CHI AMA LO SPORT DELL´AUTO
LOCMAN lo definiremo semplicemente un nome ed una garanzia. “Nome” perché il marchio che è nato proprio all´Isola d´Elba negli anni ottanta si è inserito con forza e qualità nel contesto delle maggiori griffes internazionali di orologeria e della moda. Una “Garanzia” perché per il Rallye Elba Storico è proprio tale, affiancando il nome LOCMAN a quello della gara anche per il 2010.
Anche per quest´anno, rafforzando quindi la joint con la factory di Marina di Campo, viene riproposta la grande promozione “dell´orologio” che il Comitato Organizzatore Aci Livorno Sport mette a disposizione un bellissimo ricordo della gara a tutti coloro che desiderano mettere in bella mostra il proprio amore per lo sport dell´auto con un oggetto unico ed irripetibile.
L´orologio, prodotto espressamente per Rallye Elba Storico in serie limitata di 150 esemplari sarà addirittura personalizzato con il numero di gara, mediante l´incisione sul retro della cassa.

GLI ORARI E LE DISTANZE
Partenza alle 21,30 del 16 settembre dal lungomare di Marina di Campo ed arrivo della prima porzione di gara, tre settori, alle 23,20. A quell´ora i concorrenti avranno corso due prove speciali ed entreranno quindi nel riordinamento notturno, previsto sempre a Marina di Campo. L´indomani, venerdì 17 settembre ripartiranno alle ore 09,00 per terminare la giornata alle 16,00 dopo altre sei prove. La giornata di chiusura, sabato 18 settembre, avvierà le sfide alle 07,45 per chiuderle definitivamente alle 15,00, anche in questo caso a Marina di Campo. In totale il rally misura 476,180 chilometri, dei quali 134,230 cronometrati, vale a dire il 28,19% dell´intera distanza.

LA LOGISTICA CONFERMATA
Nulla di modificato per quanto riguarda la logistica del Rally, il Quartier Generale della manifestazione rimarrà a Marina di Campo, presso le funzionali strutture dell´Hotel Select, dove saranno organizzate le sedi della Direzione di Gara, della Segreteria e della Sala Stampa.

I PARTNER: INSIEME ALLA GARA CON PASSIONE
Locman Italy, Moby Spa, Comune di Campo nell´Elba, Hotel Select, Eni, Ip Bozzi, Comune di Capoliveri ed ovviamente l´Automobile Club Livorno anche per l´edizione 2010 della gara saranno al fianco dell´organizzazione confermando la loro forte passione per lo sport dell´automobile ed in modo particolare per il Rally all´Isola d´Elba.