Già da inizio stagione si sapeva che il periodo sarebbe stato molto “caldo” visto l’affollato calendario di settembre ma nonostante le concomitanze i piloti hanno risposto bene alla nuova proposta della San Martino Corse Autostoriche. Cinquantasei equipaggi iscritti nel Rally alla sua prima edizione e cinquantaquattro nella Regolarità Spor,t sono un ottimo risultato in un fine settimana nel quale si correrà anche un altro importante Rally. I piloti hanno scelto una gara che oltre al nome altisonante, gode di una collaudata struttura organizzativa che svetta per qualità e professionalità tra le Auto Moderne con il Rally San Martino valevole per il Trofeo Rally Asfalto.

Occhi puntati sul numero uno, il marosticense Giorgio Costenaro in coppia con Sergio Marchi che non nasconde le velleità di portare la sua Lancia Stratos sul gradino più alto del podio. A dargli filo da torcere, le Porsche 911 RS numero 10 di Giampaolo Basso navigato per l’occasione da Paolo Scattone e quella numero 9 del tedesco, già Campione Europeo 2006, Michael Stosheck. Da tenere d’occhio anche quelle di Riccardo Andreis (numero 2) e di Giuseppe Michieli (numero 11). Grandi prestazioni ci si attendono anche dalla Ferrari 308 Gtb di “Pedro” iscritto all’ultimo momento alla gara.

Altri motivi di interesse sono dati dalla vettura che avrà sulle portiere il numero 6: parliamo dell’Opel Kadett Gt/e appartenuta al grande Attilio Bettega con la quale corse il san Martino del 1976 e ora di proprietà di Luca Cattilino, che dovrà confermare le belle prestazioni ottenute nelle gare corse quest’anno a bordo della coupè tedesca.

Da seguire anche i protagonisti delle due serie private per le quali il rally sarà valido: molto penalizzato dalle continue variazioni di calendario, il Challenge Milletrè Rallystorici vede tre equipaggi al via; il doppio gli iscritti in lizza per la Historic Rally Cup.
Interessante anche il parco vetture proposto dalla gara di regolarità sport: BMW M3, Lancia Stratos, Fiat 131 Abarth, Porsche in abbondanza, promettono spettacolo lungo le strade chiuse al traffico.

La gara entrerà nel vivo nella giornata di venerdì 17 con le operazioni di verifica che si terranno presso l’Hotel Dolomiti a partire dalle ore 13.

Sabato di mattina alle ore 8.00 la prima vettura lascerà il palco di partenza per farvi ritorno alle ore 19.01 dopo aver affrontato le quattro prove speciali in programma. Si inizia con la “Sagron-Mis” di 5,470 chilometri, seguita dalla “Gobbera” lunga 7,420. Si sconfina in provincia di Belluno per correre la “Col Perer”, la più lunga coi suoi 13,440 dopodichè si rientra in Trentino con la veloce “Passo Broccon” di poco meno di 10 chilometri.

Dal sito rallysanmartino.com/autostoriche/historic/2010 tutti le notizie e i documenti del rally; dal portale rallystorici.it sarà possibile seguire la gara attraverso gli aggiornamenti a partire da mercoledì 15 settembre.