Tony Fassina, in coppia con Marco Vedelli, ha vinto il 24° Rally Piancavallo Storico, a bordo di una stupenda Lancia Stratos. Il pilota di Valdobbiadene ha riportato indietro le lancette del tempo, centrando il successo a 29 anni dal vecchio trionfo sulle strade pordenonesi.

L’impresa sportiva, infatti, gli era già riuscita nel 1981 con la Opel Ascona Gruppo 4. Quell’anno Fassina vinse pure il titolo tricolore. Adesso l’emozione del gradino più alto del podio è tornata a ripetersi. Dietro di lui ha chiuso Massimo Pedretti, con la Ferrari 308 Gtb. Poi Rino Muradore, su Ford Escort RS, che ha fatto suo il gradino più basso del podio.

Subito fuori uno dei piloti più attesi, il forlivese Bruno Bentivogli, fermato da problemi meccanici. Tra gli equipaggi in gara merita di essere citato quello composto da Alessandro Bettega e Serena Perissinot: i loro genitori (Attilio e Maurizio) correvano insieme nella squadra Lancia e furono protagonisti negli anni Ottanta, prima dell’incidente in Corsica dove Bettega perse la vita nel 1985. Perissinot è mancato per malattia nel 2004. Fu lui uno dei “padri” fondatori della corsa friulana che, dopo una sosta di 7 anni, è stato “recuperata” in chiave storica dal 2009.