Non c’è praticamente stata storia: già dalla prima speciale Gigi Capsoni, Riccardo Ronzoni e l’Alpine Renault A110 gr.4 sono stati imprendibili per gli altri nove equipaggi. La gara è iniziata con due colpi di scena che hanno messo fuori causa due possibili outsiders: Oreste Pasetto e Carlo Salvo non entrano nemmeno nella prima speciale per un problema meccanico alla Fiat 127 Sport gr.2 mentre Filippo Fiora dopo aver realizzato un parziale notevole nella prima parte della “Barghe” arriva lungo in una staccata con la sua A112 Abarth gr.2 e la conseguente toccata lo costringe al prematuro ritiro.

Ritiro anche per Massimo Giuliani e Claudia Sora che rompono il motore della Lancia Fulvia HF 1.3 gr.4 e per Alvise Scremin e Marco Comunello fermi in trasferimento a causa di un frontale con un’autocorriera che ha invaso la loro corsia di marcia; fortunatamente si sono registrati danni solo all’A112 Abarth gr.2.

Sul secondo gradino del podio salgono Massimo Panari e Stefano Vezzelli e Giorgio Sisani in coppia con Flavio Minozzi, entrambi su A112 Abarth gr.2.

Concludono quarti i fratelli Alessio e Corrado Cerani anch’essi in gara con una berlinetta di Desio e quinti si piazzano i fratelli Nicola e Davide Benetton che finalmente rivedono il traguardo con la loro Fiat 127 Sport gr.2 sulla quale era montato un motore pressochè di serie. Concludono gli arrivi Renato e Marco Brunello attardati da iniziali problemi di assetto della loro A112 Abarth gr.2.

Capsoni conquista matematicamente il titolo, bissando la vittoria del 2009 mentre per la classifica navigatori è solo la matematica a tenere aperti i giochi ma a Riccardo Ronzoni non dovrebbe sfuggire il titolo.

La quarta edizione del Challenge Milletrè Rallystorici si concluderà il 16 ottobre a Verona dove si correrà il Rally Due Valli.