E’ arrivato il comunicato ufficiale dall’Acm di Montecarlo: la Scuderia Estense Motul è ufficialmente iscritta tra i partecipanti al prossimo Rally Historique de Monte-Carlo 2011. Un’edizione molto importante che celebra i cento anni dal primo rally svoltosi nel Principato, un’occasione a cui il team estense non poteva mancare e che anche quest’anno schiererà 5 equipaggi su altrettante vetture, in una gara che vedrà oltre 330 auto storiche comprese tra il 1955 e il 1980, tutte auto di grande tradizione sportiva.

L’evento inizierà il 28 gennaio, come di consueto da Montecarlo, ma, come tradizione per il rally più antico del mondo, sarà preceduto due giorni prima dalla tappa di concentramento.
Quest’anno la tappa, in analogia al primo rally del 1911, partirà a scelta dei partecipanti, da una città tra Marrakech, Varsavia e Glasgow: solo per le vetture più anziane o di piccola cilindrata sarà possibile partire anche da Barcellona o Reims.

L’intero rally durerà quasi dieci giorni tra Costa Azzurra, Alpi e Provenza, per concludersi il 4 febbraio nella splendida cornice di Place du Casino a Monaco.

Un primo grande successo quindi per la Scuderia Estense Motul che con Matteo Sitta spiega: “Abbiamo già conquistato due traguardi ancora prima di quello a Monaco: chiaramente intendo un primo successo essere tra i selezionati a questa mitica gara, e per secondo schierare cinque auto, il che equivale a gareggiare per la classifica a squadre tra i team ufficiali”.

Scuderia Estense quest’anno conferma la sua partecipazione con una importante presenza a livello europeo e non solo. Grande soddisfazione per Dario Bernini, presidente del team: “I nostri equipaggi partiranno da 4 città diverse e questo permetterà di avere una dislocazione ottimale e una presenza sul continente davvero inidiabile: è sempre una grande emozione partire per questo rally”.

Gli equipaggi iscritti per la Scuderia Estense Motul sono: Sisti Bernini su Lancia Fulvia 1600 HF (da Marrakech), Wright Traverso su Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce (da Varsavia), Morassutti Morassutti su Lancia Aurelia B20 GT (da Barcellona), Liberatore Liberatore su Alfa Romeo Giulia 1600 GT (da Barcellona), Louwman Schulte su Alfa Romeo Giulia Sprint GT (da Glasgow).