Martedì 1 marzo aprono le iscrizioni per il 2° Tuscan Rewind, rally su sterrato dalle caratteristiche e dalle suggestioni uniche, dedicato alle auto storiche da rally, aperto anche alle vetture di Omologazione Scaduta e con lo spettacolo delle Legend Stars, categoria che vede esibirsi, fuori classifica, vetture di particolare pregio, Gruppo B comprese.

Vito Piarulli e la sua Motorproject, insieme a Fams Federazione Automotoristica Sammarinese e Montalcino Motor Sport, hanno visto confermato il convinto appoggio della Amministrazione Comunale di Montalcino e la collaborazione del due volte campione del mondo rally Miki Biasion, uno dei sostenitori della prima ora di Tuscan Rewind.

La data di effettuazione sarà quella compresa dal 20 al 22 maggio, un periodo climatico ideale anche per soggiornare a Montalcino e nella provincia di Siena, terre dai paesaggi affascinanti e di antiche tradizioni e cultura, con prodotti, soprattutto vitivinicoli, di eccellenza mondiale.

Il Regolamento di Gara prevede, come nel 2010, due classifiche separate per Storiche e O.S..
Notevole interesse si è già manifestato intorno a Tuscan Rewind, anche all’estero, con alcuni campioni già contattati per essere presenti alla gara. Tra questi Alessandro Nannini ha già confermato di voler essere della partita, sia iscrivendosi alla gara, che come partnership all’evento, come già nel 2010.

Anche Piero Comanducci ha in preparazione una scelta delle sue immagini e dei suoi filmati insuperabili, che presenterà a cornice di Tuscan Rewind.

NOVITA’ NEL PERCORSO: TUSCAN REWIND SI ESPANDE NEL SENESE.

E’ ormai quasi definitiva la struttura della tre giorni di Tuscan Rewind. Montalcino rimane cuore operativo della manifestazione, mentre la storica e nobile cornice di Castello Banfi sarà il teatro di importanti momenti dell’evento, sia in fase preparatoria, che nelle operazioni preliminari di verifica e shake down e quindi nella gara vera e propria.

Confermate le due tappe di gara, e la settantina di chilometri di prove speciali in totale, sempre disegnati su strade bianche rese leggendarie dal Mondiale rally degli anni ’80 e ’90.
Il percorso di gara è stato oggetto di importanti modifiche, abbracciando nuove e suggestive zone del territorio. Nel corso della prima tappa il tracciato di gara si estenderà fino a lambire la città di Siena, con il rally che prende maggior respiro, allarga i suoi orizzonti ed acquista contenuti ancor più “Tuscan”. Verranno inoltre inserite alcune prove speciali, sempre “doc” e storiche, non percorse nella edizione 2010. La seconda tappa rimane invece incentrata nei dintorni di Montalcino.