Sono settantuno gli equipaggi che hanno superato le operazioni di verifica che si sono svolte oggi pomeriggio al Palasport della località trentina. Tutti presenti i maggiori pretendenti al successo finale e nelle varie classifiche delle serie private. Il Valsugana Rally è infatti la gara di esordio del Challenge Rally Autostoriche all’interno del quale spiccano le diciannove Autobianchi A112 Abarth del Trofeo. Partono in sordina il Challenge Lancia Hf con due vetture verificate e anche l’Opel Historic Challenge con quattro vetture al via.

Occhi puntati sui vincitori dello scorso anno Alessandro Taddei e Andrea Gaspari su Porsche 911 RSR che dovranno vedersela con le vetture analoghe di Riccardo Andreis e Stefano Farina, di Giampaolo Basso e Paolo Scattone e la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Sergio Marchi. Molto alte anche le quotazione per l’Opel Ascona 400 di Massimo Nori e Diego Rodighiero.

Dopo le non buone previsioni meteo di giorni scorsi la situazione è decisamente migliorata e la giornata si presenta senza il rischio dell’annunciata pioggia.

Non resta che attendere le ore 9.31 quando verrà abbassata la bandiera sulla vettura n. 1 che partirà per affrontare la quattro speciali che compongono il giro da ripetere, per un totale di otto tratti cronometrati.

Sessantacinque gli equipaggi verificati nella regolarità sport tra i quali spiccano i noti rallysti Andrea Stefanacci e Roberto Bigoni su Lancia Rally 037 e su una vettura gemella “Pedro” in coppia con Giovanni Mattanza.