Grande attesa per la settima edizione della gara vicentina che propone ancora novità per il percorso. Prologo in notturna e tutte le prove speciali riprese dalle edizioni degli anni ’70! Si sono aperte lunedì 28 marzo le iscrizioni al 7° Rally Storico Campagnolo e al 3° Campagnolo Historic, manifestazione di regolarità sport. I moduli potranno esser inviati alla segreteria del Rallyclub Isola Vicentina fino al giorno 20 aprile prossimo e anche per questa edizione si prevede il tutto esaurito come avvenuto lo scorso anno.

Appuntamento immancabile per i numerosi piloti locali che non vorranno mancare al rally storico di maggior successo nel Veneto, ma immancabile anche per chi partecipa al Campionato Italiano Rally Autostoriche e al Challenge Rally Autostoriche; per entrambe le iniziative si tratterà del secondo appuntamento. Attesi quindi i prim’attori del Campionato che dovranno vedersela con l’agguerrita e numerosa schiera di pretendenti locali anche per sapere chi passerà in vantaggio nell’ideale sfida tra i piloti vicentini e quelli del resto d’Italia, ora in perfetta parità. I primi infatti contano tre vittorie grazie ai successi di Giampaolo Basso nel 2005 di Nereo Sbalchiero nel 2007 e di Gianfranco Cunico nel 2010; il “resto d’Italia” risponde con quelle di Totò Riolo nel 2006, di Gianluca Roda nel 2008 e di Lucio Da Zanche l’anno successivo.

Attesi in gran numero anche gli iscritti al Challenge Rally Autostoriche, la nuova serie ufficiale Csai dedicata alle Autobianchi A112 Abarth, alle vetture del marchio Lancia e a quelle di casa Opel. Sicuramente presenti anche i regolaristi in lizza per il Trofeo Tre Regioni che ha visto il proprio ritorno grazie all’impegno del Rallyclub Isola Vicentina.

Come anticipato, il percorso sarà anche in questa edizione molto impegnativo e già dal venerdì sera si avranno i primi responsi cronometrici grazie all’inedito prologo che si correrà alla luce dei fari. Dopo l’antipasto serale, il piatto forte verrà servito nella giornata di sabato 31 aprile con le cinque prove speciali da ripetere per due volte. Come per le precedenti edizioni, la ricerca e la scelta delle prove è stata studiata al meglio per offrire ai partecipanti un percorso divertente e tecnico. Grande soddisfazione per Renzo De Tomasi che è finalmente riuscito nell’intento di proporre delle prove speciali uguali ad alcune di quelle che si corsero nelle edizioni del 1976 e 1977. Non appena disponibile la cartina del percorso, tuttora “top secret” verranno fornite anche le caratteristiche delle speciali e i loro punti più spettacolari.

Veloci come sempre i partecipanti alla regolarità sport che inviando prima possibile i loro moduli di iscrizione si mettono al sicuro da possibili esclusioni dall’elenco iscritti per esubero delle richieste. Verranno infatti accettate tutte le domande degli iscritti al rally mentre per quelle della regolarità i posti disponibili saranno in numero tale da raggiungere le centosettanta unità in totale. Molte delle richieste per il rally si sa già che saranno inviate non appena terminata la partecipazione al Rally Sanremo che precede di tre settimane la classica vicentina.