Diciannove Autobianchi A112 Abarth; due Lancia e cinque Opel: questi i numeri fatti registrare dal Challenge Rally Autostoriche nel primo appuntamento al Valsugana Rally. Ma vediamo nel dettaglio come sono state le sfide nella bella gara trentina. Trofeo A112 Abarth: parte col piede giusto la seconda edizione del Trofeo. I diciannove equipaggi partiti rappresentavano ben il 26% del totale. I pronostici sono stati mantenuti sia per quanto riguarda i nomi che per lo spettacolo regalato lungo le prove speciali.

Dopo otto tiratissimi tratti cronometrati, la spuntano per un secondo e sette decimi i veronesi Franco Beccherle ed Emma Zanetti sui locali Enzo Armellini e Mattia Paternolli davvero bravi al loro primo impegno con la A112. Completano il podio Alvise Scremin e Marco Comunello, un po’ penalizzati sulle salite ma decisamente molto veloci sui tratti in discesa. Confermano quanto di bello fatto vedere lo scorso anno Giorgio Sisani e Flavio Minozzi, quarti nell’assoluta e primi nella under 28 mentre gli esordienti Mauro Castagna e Stefano Riva portano a casa un ottimo quinto piazzamento.

Primo impegno alla guida anche per Marco Brunello navigato dal papà Renato e soddisfazione per la sesta piazza finale. Bravi anche Igor Pecoraro, navigato da Carlo Schrofferneccher ed Enzo Concini in coppia con Corrado Baldo, entrambi al debutto assoluto ed entrambi classificati. Ennesima novità per il Trofeo, la presenza del primo equipaggio femminile formato da Lisa Meggiarin, al debutto assoluto in un rally navigata da Barbara Carollo: un po’ attardate nelle prime battute di gara a causa di problemi tecnici, non hanno mollato e nella seconda parte hanno realizzato dei tempi interessanti e soprattutto concluso il loro primo rally del Trofeo. Alla fine sono stati quattordici gli equipaggi regolarmente classificati.

Challenge HF: solo due gli equipaggi al via nel monomarca dedicato alle vetture Lancia. Ritirati per problemi tecnici alla loro Fulvia Coupè HF 1.3 i bresciani Massimo Giuliani e Claudia Sora, restavano in gara Giorgio Costenaro e Sergio Marchi che oltre alla vittoria assoluta acquisiscono anche quella nel Challenge.

Historic Opel Challenge: nonostante le molte vetture del marchio presenti in gara i numeri non sono quanto ci si aspettava per il primo atteso appuntamento nel quale si sono schierate al via tre Kadett Gt/e, una Ascona Sr e una in versione 400. Con una prestazione maiuscola anche nell’assoluta del rally, i giovani bresciani Nicholas Montini e Michele Ognibeni portano la loro Kadett Gt/e in prima posizione davanti alle vetture gemelle di Luca Cattilino e Andrea Ballini e di Corrado Sulsente e Davide Moscheni. Ritirata per problemi meccanici l’Ascona 400 di Roberto Bordignon e Marco Tosin.

Il prossimo appuntamento sarà i programma nei giorni 29 e 30 aprile con il Rally Campagnolo ad Isola Vicentina.