Si svolgerà sabato 9 aprile la seconda edizione della “Coppa Storica Rally città di Modena” che avrà il nostro territorio protagonista di buona parte del tracciato. La manifestazione si propone di radunare equipaggi con le vetture, ex-rally e stradali, protagoniste del rally dal suo inizio sino all’anno 1993, per farle sfilare sulle strade dove il Rally di Modena ha scritto la sua storia.Sono molti gli equipaggi che approfittano di questa occasione per rispolverare vetture di grande pregio storico e sportivo e portarle in mostra ai tanti appassionati che, come lo scorso anno, faranno da testimoni all’evento.

La gara non prevede prove di velocità come nel rally ma prove di abilità, essendo una regolarità turistica, dove vengono premiate l’abilità e l’affiatamento dell’equipaggio, che deve percorrere i tratti previsti, passando sui pressostati che delimitano le prove cronometrate, con la maggiore precisione cronometrica possibile. Vince chi accumula minori penalità sulle prove cronometrate la cui percorrenza è prevista alla media di 35 km/h, anche i trasferimenti devono venire percorsi nel pieno rispetto delle norme di circolazione stradale.

La Coppa Storica Rally Città di Modena si svolge in ricordo di Maurizio Fabbri, grande appassionato di motori e di Romano Gozzi, l’amato preparatore modenese, purtroppo venuto a mancare nello scorso mese di dicembre, a cui viene dedicato il “1° Trofeo 40° anniversario Modena Corse 1971 – 2011”, per ricordare l’importante traguardo raggiunto dalla scuderia modenese che si colloca tra le prime scuderie costituite in Italia e seconda a Modena, per anzianità, solamente alla Scuderia Ferrari.

Il programma della 2a Coppa Storica Rally Città di Modena inizierà, nella mattinata di sabato 9 aprile, con il ritrovo dei concorrenti al Parco Novi Sad per le verifiche e l’assegnazione dei numeri di gara. Quindi gli equipaggi si recheranno al parco partenza in piazza Grande, dove già l’anno scorso hanno richiamato tanti curiosi ed appassionati. Da piazza Grande, alle ore 13,51, il primo equipaggio darà inizio al carosello che si recherà a Formigine per il primo controllo a timbro “Ghiddi” e poi a Sassuolo per il secondo controllo a timbro, per poi andare a disputare la prima prova cronometrata: “Montegibbio”, 8 chilometri e 400 metri da percorrersi alla media di 35 km/h per passare sopra al pressostato rilevatore nel tempo più prossimo ai 14’24” indispensabili per non incappare in penalità.

La prova successiva sarà “Barighelli” (km 9,310 – tempo 15’57”), seguita da “San Martino” (km 12,900 – tempo 22’07”), da “Monzone” (km 4,880 – tempo 8’21”), per poi recarsi al terzo controllo a timbro a Pavullo e proseguire per disputare le prove cronometrate di “Gombola” (km 8,350 – tempo 14’19”) e di “Casa Matteazzi” (km 4,400 – tempo 7’33”), dopodiché, dalle ore 18,00, gli equipaggi entreranno in zona riordino, in piazza Tasso a Serramazzoni, per poi ripartire per la seconda parte della gara, che propone la prova cronometrata di “Valle” (km 2,900 – tempo 4’58”), seguita dalle già note “Gombola”, “San Martino” e “Casa Matteazzi”, per poi tagliare il traguardo, dalle ore 21, in centro a Serramazzoni.

L’evento è patrocinato dall’Aci di Modena, dal Comune di Modena – Assessorato allo Sport e dai Comuni di Sassuolo, Serramazzoni e Polinago.