Un buon Sanremo per la Balletti Motorsport che torna dalla gara di apertura del Campionato Italiano Rally con due importanti piazzamenti grazie alla convincente prestazione di Alberto Salvini e Patrizio Salerno che, dopo un inizio un po’ a rilento, si sono espressi su livelli notevoli concludendo la gara al terzo posto assoluto e di classe con la Porsche 911 RSR gr.4 che ha girato perfettamente senza accusare nessun problema. Questo atteso risultato fa tornare il sorriso all’equipaggio senese e soprattutto rilancia le loro quotazioni in vista dei prossimi impegni, primo tra tutti il Rally Campagnolo di fine mese.

Con una vettura simile sulla quale risaliva dopo due anni, Gabriele Noberasco in coppia con Bruno Banaudi, ha corso una buona gara restando sempre al passo con i primi e realizzando anche qualche interessante tempo in più di una speciale. Il quinto posto finale è da considerarsi più che soddisfacente.

Notizie non confortanti dagli altri tre equipaggi in gara con le vetture preparate dalla factory di Nizza Monferrato: i monegaschi Marcel Tomatis e Gregory Gaudfrin sono stati costretti ad abbandonare a causa di un fuorigiri di troppo che ha fatto ammutolire la loro Porsche 911 2.7 gr. 3. E’ stata invece una spettacolare uscita di strada a decretare lo stop della gara di Luigi Zampaglione e Andrea Costa. Fortunatamente non si sono registrati danni per l’equipaggio ma solo per la Porsche 911 2.0 del 1° Raggruppamento, che era alla prima uscita dopo un restauro totale.

Il quinto equipaggio in gara era quello formato da Pinuccio e Ferdinando Gallo; l’equipaggio nicese autore di una buona gara nonostante le sporadiche presenze sui campi di gara è stato purtroppo costretto al ritiro nel corso della nona ed ultima speciale a causa di un problema meccanico alla Porsche 911 2.5 gr. 4 mentre occupavano una onorevole seconda posizione di classe.

Nel prossimo settimana l’attività della Balletti Motorsport proseguirà col secondo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Autostoriche dove saranno di scena nell’Autodromo di Adria i toscani Stefano Mundi e Riccardo Rosticci con la Porsche 911 RSR gr.4.