La manifestazione organizzata dall’Automobile Club Palermo, che torna a disputarsi su due tappe, ricalcherà in gran parte il tracciato riservato alle vetture “moderne” articolandosi su 10 prove speciali complessive: due da ripetersi tre volte nel corso della prima tappa (Montemaggiore e Targa), e due (Lascari e Cefalù) da affrontare due volte la prima ed una volta soltanto la seconda, più la prova speciale “spettacolo” ospitata su una parte della pista dell’Aeroporto di Boccadifalco e che sarà disputata il giovedì pomeriggio subito dopo il via da Palermo.

L’Historic Rally Targa Florio è infatti anch’esso inserito nel trittico di “Millegiri” , un progetto che presenta un ricco programma che oltre alla Targa Florio, con i suoi itinerari e percorsi storici, ripropone gli aeromobili del Giro Aereo di Sicilia che sfiorano le vette e il mare, ed i rombi dei motori nell’emozionante Palermo Motorshow, ospitato dall’aeroporto palermitano.
Entrando più nel dettaglio tecnico,la gara allestita tecnicamente da A.C.S. con il patrocinio della Regione Sicilia (Assessorati ai Beni Culturali e Turismo), dell’Assessorato allo Sport del Comune di Palermo, e dei Comuni di Termini Imerese, Cefalù, Trabia, Montemaggiore Belsito e Campofelice di Roccella, scatterà giovedì 2 giugno alle 17,30 da Piazza Politeama, e si concluderà sabato 4 alle 14,15 a Termini Imerese. In totale i chilometri di Prove Speciali saranno 140 su 602 di percorso totale.

Lo scorso anno si impose la coppia dell’Aspas, Savioli-Failla (Porsche 911) che a fine stagione si laureò campione d’Italia, titolo per il quale anche questa stagione sono tra i principali contendenti dopo il secondo posto conseguito al recente Rally di Sanremo Storico.
Quest’anno sarà anche prevista una classifica speciale per le Alfa Romeo, e questo per celebrare il centenario della prima gara delle vetture del “Biscione”. La mitica 24HP debuttò con Franchini proprio alla Targa Florio il 14 maggio del 1911, ed è stato il palermitano Club 24HP a promuovere insieme alla Fondazione Targa Florio ed alle altre scuderie siciliane di Autostoriche la particolare classifica celebrativa.

Gli organizzatori hanno previsto delle agevolazioni da offrire agli equipaggi provenienti d’oltre stretto che utilizzeranno il vettore navale T-Link da Genova Voltri a Termini Imerese, nonchè delle interessanti convenzioni alberghiere.