Nove speciali in un’unica tappa; un percorso rivisto con lo sconfinamento nel bolognese ma che conserva la tradizione di alcuni tratti storici della gara fiorentina. Nove speciali in un’unica tappa, il tutto sotto l’attenta regia del Rallyclub Sandro Munari in supporto alla Scuderia Biondetti! Sarà ancora la tranquilla cittadina mugellana a far da quartier generale per l’edizione 2011 del “Mugello Stradale”.

Quarto dei nove appuntamenti del Campionato Italiano, il rally fiorentino propone alcune importanti novità decise dallo staff che vede l’ingresso degli uomini del Rallyclub Sandro Munari i quali oltre alla logistica hanno studiato un nuovo percorso che rompe con la tradizione che voleva prove molto veloci e spesso poco gradite ai piloti. Innanzitutto la garà si correrà su un’unica tappa che si preannuncia comunque molto impegnativa grazie all’importante chilometraggio delle nove speciali in programma. Sono infatti poco più di cento i chilometri cronometrati su un percorso che ne totalizza circa trecentoventi.

Il programma prevede l’apertura delle iscrizioni giovedì 26 maggio e la chiusura lunedì 20 giugno. Nel pomeriggio di venerdì si terranno le operazioni verifica in Piazza dell’Agnolo sempre a Firenzuola. La partenza della prima vettura è prevista per le ore 9.00 di sabato 24 e l’arrivo della stessa è stato fissato per le ore 18.10. Premiazioni sul palco all’arrivo.
Altra interessante novità è data dallo sconfinamento in provincia di Bologna, precisamente nella zona dove si correva l’indimenticato R.A.A.B. del quale si andrà a rievocare una speciale ben nota a chi ha corso in passato il Rally bolognese. Gli altri tratti cronometrati sono ben noti e collaudati. Si parte infatti come lo scorso anno, dopo un brevissimo trasferimento, con la “Peglio” oramai diventata un classico; è la più lunga di quelle in programma e verrà corsa per ben tre volte. Sarà poi la volta della menzionata “Tavianella” in passato una classica del mai dimenticato Rally Alto Appennino Bolognese fortemente voluta anche per sancire maggiormente il nuovo legame tra le due scuderie organizzatrici.

Un lungo trasferimento porterà poi gli equipaggi ad affrontare la classica prova del “Giogo” con la sua parte iniziale in salita guidata per poi tuffarsi nella veloce discesa verso Firenzuola e di lì a poco si completerà il giro con l’altra classica della “Casetta”. Dopo il riordino il giro verrà ripetuto con l’aggiunta di un terzo passaggio sulla “Peglio” che sarà quindi anche la speciale che chiuderà le ostilità.

In coda al rally storico partiranno le vetture iscritte alla gara di regolarità sport che da quest’anno farà parte del Trofeo Tre Regioni del quale il Mugello Stradale sarà il quarto appuntamento sui sette previsti.