I primi affrontano la prova sotto un forte acquazzone e continua la “girandola” delle gomme; si registra l’ottavo diverso vincitore di prova speciale sulle nove disputate: tocca infatti a “Pedro” portare per la prima volta la Ferrari 308 Gtb gr.4 davanti a tutti gli avversari! Da Zanche e Salvini proseguono la loro bagarre ed entrambi rosicchiano qualche secondo a Costenaro che sembra imprendibile grazie al bottino di quindici secondi sul primo degli inseguitori. La lotta per la vittoria sembra sarà una questione tra loro. Troppo staccata la Porsche di Basso che accusa quasi quaranta secondi dalla vetta e ancor di più quella di Zordan che ha pure pagato 20” di ritardo ad un controllo orario. Capsoni riesce a compiere il sorpasso ai danni di Morano ed ora conduce con un paio di secondi la classifica del 1° Raggruppamento a conferma che la gara è molto combattuta non solo per la vittoria assoluta. Scremin conduce con ampio margine tra le A112 Abarth del Trofeo.

Ps. 10 “Recoaro 1000 – 2” – Chi dava per scontato il risultato dopo quanto visto nelle precedenti nove speciali deve ricredersi: Da Zanche realizza un tempo monstre e in un colpo solo recupera il gap su Costenaro scalzandolo dalla prima posizione. Passa quindi al comando con un secondo e mezzo sull’alfiere della Lancia e gli ultimi sette chilometri saranno affrontati da entrambi col coltello tra i denti ma dovranno comunque stare attenti a non commettere il minimo errore in quanto Salvini che li segue ad una quindicina di secondi e non si dà per vinto. Nel 3° Raggruppamento altro colpo di scena: si ritira Zordan e lascia via libera a Stefanacci che deve comunque guardarsi le spalle dal rimontante “Pedro” che lo segue a otto secondi. Anche il 1° vede un ulteriore ribaltamento con Morando che torna al comando su Capsoni
Manca solo una prova speciale e bisognerà attendere i responsi dei cronometri per festeggiare i vincitori dei tre Raggruppamenti