Decisamente positivo il bilancio nella prima gara dei Campionati Europeo ed Italiano. Avrebbe potuto essere esaltante se non si dovesse registrare il ritiro della Lancia Stratos di Toni Fassina e Marco Verdelli a causa di una toccata mentre stavano lottando per la vittoria assoluta, dopo aver realizzato ottime prestazioni sempre ai vertici della classifica.

I primi festeggiamenti sul palco sono arrivati grazie alla bella prestazione di Andrea Stefanacci e Marco Pozzi autori della terza prestazione assoluta e primi tra le vetture del periodo J1 a bordo della Lancia Rally 037; soddisfazione anche per i due scratch realizzati nella seconda tappa. Tutte all’arrivo senza particolari problemi anche le altre vetture ex Gruppo B: quella di Valter Jensen ed Erik Pedersen realizza la quarta prestazione assoluta, mentre per l’esemplare di Massimo Pedretti e Giovanni Mattanza si registra la nona. Al diciannovesimo posto quella di Patrick Canavese e Stefano Cirillo. Fortemente attardati nella prima tappa a causa di una foratura e conseguente cambio ruota, Marco Bianchini ed Emanuele Baldaccini che nella seconda tappa di sono presi la soddisfazione di vincere due speciali.

Gran bella gara per Alberto Salvini e Patrizio Salerno che finalmente sembra siano riusciti a liberarsi della sfortuna che li perseguitava da tempo e con una prestazione in crescendo si piazzano al quinto posto nell’assoluta ma quel che conta è che nella classifica che conta per il Campionato Italiano, sono terzi con la loro Porsche 911 RSR.

Per Graziano Muccioli e Paola Valmassoi una bella ed insperata vittoria nella classe fino a 2500 cc. con la loro Porsche 911.

Buona prestazione per la Fiat 131 Abarth di Simone Giombini e Federico Verna i quali si piazzano al secondo posto di classe dopo un’avvincente sfida con la vettura gemella dei Girardo.
Altro equipaggio che da un calcio alla sfortuna e porta a casa un ottimo risultato è stato quello formato da Bobo Onofri ed Alessandro Corsini primi di classe con la Volkswagen Golf Gti gr.2 che finalmente ha cominciato a “girare” come si deve.

In famiglia Pasetto, Silvano affiancato da Giuseppe Morelli conclude il suo primo Sanremo portando al terzo posto di classe la sua Porsche 911 2.5 alle spalle di piloti esperti quali Muccioli e Pagella, mentre Oreste navigato da Michela Graziato è costretto al ritiro nella prima tappa a causa di un improvviso spegnimento della Lancia Fulvia 1.3; ripartiti nella seconda tappa si sono messi in luce con degli ottimi tempi realizzati nelle quattro speciali disputate.

Inizia bene anche la rincorsa al Trofeo Scuderie grazie alla indiscutibile vittoria conseguita sul campo!

Molto apprezzata dai pilloti e dai numerosi ospiti l’area hospitality allestita nel perfetto stile che contraddistingue il club; nei tre giorni di gara la collaudata organizzazione ha servito pasti caldi ai piloti e agli uomini delle assistenze oltre ad aver accolto i numerosi ospiti nel migliore dei modi brindando, anche con gli avversari, alla stagione che andava ad iniziare!