Terminata un’avvincente edizione del Rally campagnolo, va in archivio anche il secondo appuntamento del Challenge Rally Autostoriche. Trofeo A112 Abarth: Alvise Scremin e Marco Comunello autori di una gara maiuscola, sbaragliano il nutrito lotto di equipaggi al via, ben ventiquattro, e bissano la vittoria ottenuta al Campagnolo 2010 che fu la gara di apertura del rinato Trofeo A112 Abarth. Un sempre più interessante Giorgio Sisani conquista in coppia con Flavio Minozzi un meritato secondo posto, oltre alla vittoria tra gli “under 28” e precede l’esperto Enzo Armellini che ha corso con Carlo Pinton. Successo pieno per il Team Bassano che conquista così tutti i gradini del podio. Un problema meccanico ha messo fuori gioco il leader provvisorio Franco Beccherle, qui in coppia con Giulia Benedetti e subito ne hanno approfittato Giancarlo Nardi e Paola Costa i quali conquistano un ottima quarta posizione davanti ai debuttanti Stefano Fortuna in coppia con Paolo Scardoni sulla vettura vincitrice lo scorso anno del Trofeo.

Dei ventiquattro equipaggi partiti ne sono arrivati al via solo tredici a conferma della durezza del rally vicentino. Nelle altre classifiche, in particolare tra quella per le vetture di serie, prevalgono Ivano Scotti e Roberto Carnio su Giorgio Pesavento e Andrea Fiorin. Nonostante un pesante ritardo dovuto alla rottura e successiva riparazione della leva del cambio, Lisa Meggiarin e Barbara Carollo concludono la gara dopo aver fatto realizzare tempi interessanti e tenendo dietro più di qualche equipaggio maschile.

Challenge Lancia HF: nonostante l’iscrizione avvenuta il giorno delle verifiche da parte dell’equipaggio formato da Oreste Pasetto e Carlo Salvo su Fulvia 1.3 S gr. 4, i verificati sono rimasti quattro in quanto Marco Morandi non si è presentato alla gara per problemi all sua Fulvia HF 1.6. I neo-iscritti sono purtroppo stati anche i primi ad abbandonare la compagnia a causa di un improvviso calo di rendimento della vettura che ne ha consigliato il ritiro già dopo la prima speciale. Stessa sorte per la HF 1.3 di Massimo Giuliani e Claudia Sora costretti al ritiro dopo la quarta prova a causa di problemi di alimentazione. Ritiro anche per gli sfortunati Giorgio Costenaro e Sergio Marchi autori di una toccata sull’ultimo tratto cronometrato mentre si stavano giocando la vittoria con la loro Stratos. All’arrivo quindi solo i debuttanti Ernesto Ziglioli ed Alberto Calza che conquistano i primi punti con la loro Fulvia HF 1.6 gr. 4.

Opel Challenge: poco da dire se non che erano due gli equipaggi in gara. Gli esordienti Umberto Nenna ed Enrico Favero si sono messi in luce con ottimi riscontri cronometrici ma problemi al motore non hanno permesso loro di concludere la gara. Bissano quindi la vittoria del Valsugana i giovanissimi Nicholas Montini e Michele Ognibeni autori di una notevole prestazione anche a livello assoluto. Entrambi erano in gara su Kadett Gt/e gr.2.