Entra nel vivo l’edizione 2011 del Mugello Stradale, con l’apertura delle iscrizioni prevista per giovedì 26 maggio. Come già anticipato, la manifestazione toscana vivrà una sorta di “rivoluzione” per quanto riguarda lo staff organizzativo, per il percorso e per gli eventi collaterali. Dopo alcuni anni di convivenza, si separano la parte competitiva da quella della “parata”. Infatti, le giornate di venerdì 24 e sabato 25 giugno saranno dedicate al rally e alla regolarità sport; quella di domenica 26 alla parata rievocativa che vedrà sfilare sul percorso storico del Circuito del Mugello, le vetture che corsero nel periodo d’oro della gara.

Per far sì che ognuna delle tre gare del trittico di fine giugno, venisse curata al meglio, è stato anche ampliato lo staff organizzativo e operata una suddivisione delle mansioni: saranno infatti gli uomini del Rallyclub Sandro Munari ad occuparsi del rally; per la regolarità si è puntato sull’esperienza e la capacità di Roberto Marata noto per esser l’organizzatore dell’evento Rally Friends che si tiene a febbraio ed infine lo staff della Scuderia Clemente Biondetti si occuperà della gestione della parata. Il tutto con la preziosa collaborazione dell’Automobile Club di Firenze.

Il Mugello Stradale è il quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally Autostoriche e saranno sicuramente della partita tutti i più forti equipaggi che si sono visti all’opera nelle prime due gare di Campionato, oltre ad una nutrita presenza di piloti locali che hanno nella loro agenda tra gli appuntamenti imperdibili, questo rally. La nuova formula tutta in una tappa di un giorno dovrebbe inoltre invogliare quegli equipaggi che dispongono di poco tempo sia per le ricognizioni che per la gara. Si conta inoltre di vedere al via anche quei piloti che non hanno mai apprezzato le prove speciali troppo veloci, grazie alla revisione del percorso che vede esclusi dei tratti che oltrepassavano la media permessa dai regolamenti e l’importante novità dello sconfinamento in provincia di Bologna per effettuare la speciale “Tavianella” teatro negli anni passati di indimenticabili edizioni del R.A.A.B.

Il Mugello Classico, gara di regolarità sport, sarà invece il quarto appuntamento del Trofeo Tre Regioni, la serie privata riconosciuta dalla Csai che è stata riproposta dopo tre anni di assenza e già nelle prime tre gare disputate ha riscosso un buon riscontro.

Il binomio Mugello e Rallyclub Sandro Munari, non poteva mancare di riservare una ulteriore piacevole novità, una vera chicca per i cultori della storia dell’automobilismo. Dopo quarantadue anni Sandro Munari sarà uno degli apripista e tornerà alla guida della Lancia Fulvia “barchetta” F&M! Il “drago” infatti corse l’edizione del 1969 a bordo di una delle particolarissime Fulvia che videro la luce grazie ad una intuizione di Cesare Fiorio e Claudio Maglioli. Di quella vettura ne vennero realizzati solo tre esemplari ed uno di questi regalerà a Sandro Munari il piacere di fare un tuffo nel passato quando solcò le stesse strade con il numero 15 sul cofano!