Terzo appuntamento per il Challenge Rally Autostoriche che varca i confini del Triveneto e sbarca in Piemonte dove nell’imminente fine settimana si correrà il Memorial Conrero, primo rally su due tappe della serie. Gli iscritti presenti alla gara registrano un flessione rispetto alle precedenti, sicuramente anche per il fatto che una gara su due tappe è molto più impegnativa sia per i mezzi che a livello economico per i piloti, oltre che per il tempo necessario ad affrontarla al meglio.

Dieci equipaggi con le A112 Abarth sono comunque un buon numero e oltre alla sfida per il Trofeo ci saranno anche quelle nell’affollata classe 2 1150 che conta ben venti equipaggi tra i quali anche le agguerrite Fiat 127 del “127 Ri-Evo” e cinque equipaggi locali con le A112 Abarth.

Presente il leader provvisorio della classifica, il bassanese Alvise Scremin che ad Ivrea correrà in coppia con Marco Parolin il quale sostituisce il suo abituale navigatore Marco Comunello assente per impegni professionali. Da Perugia, Giorgio Sisani affronta la lunga trasferta per cercare di accumulare punti pesanti approfittando dell’assenza degli altri equipaggi candidati alla vittoria finale; alle note confermato il goriziano Flavio Minozzi. Presenti anche i modenesi Massimo Panari e Stefano Vezzelli rientrante dopo la defezione del Campagnolo.

Della partita anche i bresciani Fabio ed Erika Vezzola e le “patatine” vicentine Lisa Meggiarin e Barbara Carollo oltre ai piacentini Ivano Scotti e Roberto Carnio. Il Memorial Conrero sarà invece la gara d’esordio per il “locale” Filippo Fiora che avrà al suo fianco la veronese Emma Zanetti a leggergli le note; per gli aretini Orazio Droandi in coppia con Fabio Matini e Francesco Mearini navigato da Massimo Acciai e per i milanesi Bruno Perrone e Francesco Nobile che debuttano alla guida di un esemplare di gruppo 1.

Note dolenti dalle altre due serie: nel Challenge HF si presentano solitari i nuovi iscritti Fabrizio e Stefano Pardi su Lancia Fulvia HF 1.3 e Nicholas Montini e Michele Ognibeni saranno, per il momento gli unici in lizza per l’Opel Challenge. Considerando che il regolamento prevede che per quest’ultime serie ci si possa iscrivere fino alla chiusura delle verifiche, non si esclude che qualche altro dei numerosi equipaggi iscritti al rally con queste vetture possano aderire al Challenge Rally Autostoriche.