Ventisei anni dopo, sempre a Biella, Federico Ormezzano e Carlo Cassina sono tornati sul primo gradino del podio del Lana. Allora avevano vinto l’edizione 1985 del Rally della Lana, oggi, domenica 3 luglio 2011, si sono aggiudicati la prima edizione del Lana Storico in versione Rally per Auto Storiche.

“Un successo inaspettato” ha commentato al termine il pilota biellese; “anche se solo per pochi secondi, infatti, per tutta la gara il leader è stato Tony ed è a lui, costretto al ritiro proprio all’ultimo, che dedico questa vittoria”.

Cos’è successo alla bianca Lancia Stratos di Tony Fassina e Marco Verdelli? Un problema al motore che li ha costretti a fermarsi al via del secondo passaggio sulla Campore, quando al traguardo finale mancavano davvero pochissimi chilometri.

“Le gare vanno così” ha aggiunto Ormezzano; “la sua è stata comunque una bellissima gara”. Dietro Ormezzano-Cassina, vincitori del 2° Raggruppamento, si sono piazzati Gustavo Trelles e Jorge Del Buono, anche loro autori di una bella gara, che li ha portati alla vittoria nel 3° Raggruppamento. Il 1° Raggruppamento è invece andato a un altro equipaggio Biella Corse Historic Team, Silvio Ubertino e Stefano Scardoni, in gara con una Porsche 911 2000.

Va ricordato che, nel 2° Raggruppamento, il secondo posto è andato agli ottimi Massimo NIcoletti e Piero Bosco, in gara con una Porsche 911 E quasi del tutto stradale, davanti a Ermanno Caporale ed Eraldo Botto, terzi con la loro Lancia Fulvia Coupé.

Nel terzo Raggruppamento, infine, la seconda e terza posizione sono rispettivamente andate al giovane Andrea Guggiari, che ha corso in coppia con Alessandro Del Zoppo su di una Ford Escort MK2 e a Silvio Revelli e Claudio Santini, in gara con una Porsche 911 SC.

Nella Regolarità Sport la vittoria è andata a Corniati-Mosca (Lancia Fulvia Coupé), primi nella 2a Divisione; quindi Anselmetti-Schibuola (Talbot Sumbeam Lotus), vincitori nell’8a Divisione; a seguire Maiolo-Paracchini (Alpine Renault A 110), primi della 6a Divisione; Giacobino-Angioni (Fiat 850 Coupé), primi della 1° Divisione; Fabbrica-Lucini (Porsche 911), leader della 5a Divisione; Zublena-Zublena (Autobianchi A 112 Abarth), vincitori nella 3a Divisione; e quindi Cerruti-Ferrari (Opel Kadett) vincitori della 7a Divisione.

Molto ammirate infine, lungo tutto il percorso, le vetture della All Star, esibizione dimostrativa di vetture da gara che ha portato a Biella nomi storici del rallysmo italiano come Andrea Zanussi, Tony Carello, Tonino Tognana, Piero Gobbi e Beppe Volta; senza dimenticare, fra i tanti locali, il sempre notissimo Piero Liatti. Da citare e ricordare ancora il vero e proprio tifo che ha accompagnato, per tutta la gara, il passaggio dell’apripista d’onore Sandro Munari, che ha corso in coppia con Carlo Cassina sulla bellissima Lancia Stratos ex Rally Monte-Carlo 1977.

Al termine, per chiudere l’evento, è stata scattata una foto di gruppo di tutti gli uomini dell’organizzazione, salutati con un lungo applauso da tutti i presenti; che hanno chiesto a gran voce di mettersi da subito al lavoro per l’edizione 2012 del Lana Storico.

foto: Pierangelo Rigamonti