Per BMT Eventi, Biella Motor Team e Biella Corse Historic Team, il Lana Storico 2011 è stato un grosso successo. Per la portata dell’evento, certo (quando mai si erano visti tanti campioni tutti insieme a Biella?), ma anche per il risultato sportivo conseguito.

Il Rally Storico

Risultati alla mano, per Biella Corse la gara ha avuto un esito difficilmente ripetibile. La sezione storica del gruppo si è infatti aggiudicata il primo posto in due dei tre Raggruppamenti, chiudendo anche la gara al primo posto fra le scuderie.

Nel 1° Raggruppamento infatti la vittoria è andata a Silvio Ubertino e Stefano Scardoni, che hanno gareggiato con una Porsche 911 S. Nel secondo, invece, a prevalere è stato il “vincitore virtuale” della gara (lo definiamo così solo perché nei rally storici la classifica assoluta ufficialmente non esiste, si premiano i Raggruppamenti): Federico Ormezzano, che ha corso con Carlo Cassina con una Porsche 911 Carrera.

In questo Raggruppamento è anche da ricordare l’ottima gara di Ermanno Caporale ed Eraldo Botto, che con la loro Lancia Fulvia Coupé hanno chiuso al terzo posto, primi della classe GTS 1300. Due posizioni più dietro, quinti di raggruppamento e primi della classe TC 1150, hanno invece terminato la gara Maurizio Cochis e Milva Manganone, al via con una sempre valida Autobianchi A 112 Abarth.

Il miglior piazzamento nel 3° raggruppamento è stato invece ottenuto da Isabella Bignardi e Vanda Geninatti, seste assolute, prime della classe TC 2000 e primo equipaggio femminile al traguardo.

Al 9° posto nonché al primo della classe TC 1150, si sono invece piazzati Giovanni Pinzano e Fabio Moro, che hanno corso con le insegne Biella Motor Team su di una Fiat 127. Dietro di loro decimi, e secondi di classe, hanno concluso Massimo Soffritti e Luigi Cavagnetto, su Autobianchi A 112 Abarth; quindi Elisabetta Contu e Chiara Lampo, anche loro in gara come Biella Motor Team su di una Fiat 127.

Non sono invece riusciti a concludere la gara Fioravanti-Canepa e Chiavenuto-Prina Mello, entrambi in gara con una Ford Escort RS, i primi con le insegne Biella Corse, i secondo come Biella Motor Team.

La Regolarità Sport

Da incorniciare è anche l’ordine di arrivo della Regolarità Sport del Lana Storico 2011.
Per quanto riguarda Biella Corse, Pieraldo Giacobino e Moreno Vidale, con la loro Fiat 850 Coupé, hanno vinto la 1ª Divisione, nella seconda, invece, Valerio Vespa e Giorgio Nardi, su Lancia Fulvia HF, si sono piazzati al secondo posto, davanti a Marco e Patrizio Binati, terzi, che hanno gareggiato con una Fiat 127. Nella 3ª Divisione la vittoria è di nuovo andata a un equipaggio della scuderia, Giuliano e Stefano Zublena, in gara su di un’Autobianchi A 112 Abarth.

Infine, nell’8ª Divisione, il secondo posto è andato all’equipaggio Biella Motor Team Marco Mussone – Federico Boscain, su Porsche 911 SC, che hanno preceduto gli equipaggi Biella Corse Vittorio Novo – Alessandro Carollo, su Fiat 131 Abarth, e Alessandro Bianco – Enrico Lavino Zona, al via con una Volkswagen Golf GTI.

A seguire Stefano Sala e Stefano Ottino, quinti con un’Opel Ascona e le insegne Biella Motor Team; e Ugo Maroso e Michele Actis Perinetti, in gara come Biella Corse con la loro Fiat Ritmo Abarth 130 TC.

In questo Raggruppamento non hanno portato a termine la gara il presidente Biella Corse, Alberto Negri, in gara con Roberta Baiocato (Porsche 911 SC) ed Ermanno Ramella Ratin, e Matteo Grosso (Renault R5 GT Turbo).

Nella 7ª Divisione si sono invece ritirati David De Faveri e Davide Pasquina (Peugeot 104 ZS) nonché Vanni Gazzetta e Tiziana Strobino (Renault R5 Maxi Turbo).

La All Star

Un discorso a parte merita la categoria All Star, che ha visto la presenza di un altro bel numero di vetture Biella Corse e Biella Motor Team. Con le insegne Biella Corse sono partiti Alessandro e Arianna Porcellana (Porsche 911 S), Sandro e Leonardo Bernecoli (Fiat 131 Abarth), Mauro Palladino e Giussi D’Angelo (Lancia Fulvia HF), le simpaticissime Daniela Martini ed Erica Gallo (Peugeot 205) e Paola Boggio e Manuela Pria Falcero (Peugeot 104 ZS.
Come Biella Motor Team hanno invece preso il via Piero Liatti e Federico Buratti (Lancia Delta S4), Piero Gobbi e Marco Torlasco (Lancia Stratos) e Paolo Colombo e Riccardo Vigna (Peugeot 309 GTI).

L’evento

“E’ stato faticoso, ma possiamo dire di aver raggiunto gli obbiettivi che ci eravamo prefissi: ricordare il Rally della Lana e riportare i rally a Biella”. E’ questo il commento finale di Gabriele Bodo, presidente dell’associazione BMT Eventi, che prima ringrazia tutti quanti hanno lavorato per l’evento e poi ribadisce quanto già a suo tempo annunciato dal presidente Biella Motor Team, Claudio Bergo: chiedere già dall’anno prossimo la validità per il Campionato Italiano Rally Storici.

“La passione dei Biellesi merita questo riconoscimento” chiosa Federico Ormezzano, accolto al termine da un lungo applauso; non solo perché vincitore del 1° Rally Lana Storico, ma anche per l’impegno con cui si è dedicato all’organizzazione dell’evento.