Dal 22 al 24 settembre prossimi, come consuetudine valido per il Campionato Europeo ed Italiano di rally storici. Pur mantenendo la propria identità per l’intera isola, la gara classica troverà nuovi stimoli con la logistica rivista in ampia parte, mantenendo, come tradizione, un percorso di alto livello qualitativo.

In programma anche il “Graffiti”, irrinunciabile appuntamento per gli esperti di regolarità che quest’anno guarda al futuro ed una significativa presenza Ferrari.

Il periodo che precede le ferie è da tempo quello classico, si direbbe ideale, per tornare a parlare di automobilismo all’Isola d’Elba. Nello specifico di Rally storici. L’appuntamento da segnare in agenda é il XXIII Rallye Elba Storico, settimo appuntamento del Campionato Europeo Rally Storici e settimo del Campionato Italiano. Il classico, irrinunciabile, rendez-vous proposto da ACI Livorno Sport – organizzatore e promotore dell’evento – uno dei più apprezzati in assoluto al mondo, si correrà nella sua classica collocazione post-ferie, quest’anno dal 22 al 24 settembre prossimi.

Lo farà presentandosi sulla scena italiana ed internazionale con una nuova veste pur mantenendo intatti i propri caratteri, quelli che sono propri di un luogo, l’Isola d’Elba, che agli occhi ed alla mente di tutti pare lo scenario più idoneo ed irripetibile per un evento motoristico di questa portata.

DA MARINA DI CAMPO A CAPOLIVERI

Sulla scia del grande successo di partecipazioni delle precedenti edizioni, forti anche di un ampio consenso ottenuto sia dai concorrenti, che dagli appassionati come pure degli addetti ai lavori (dodici le nazioni rappresentate fra i concorrenti, 6000 unità circa il movimento registrato dei presenti con vari ruoli all’evento lo scorso anno), ACI Livorno Sport non si è cullata sugli allori ma già dal settembre dello scorso anno ha iniziato a lavorare in proiezione futura, con la mente a questo 2011 ed il frutto si avrà con una veste decisamente nuova dell’evento, che cambierà il proprio quartier generale, il proprio centro propulsore: dalla storica location di Marina di Campo, infatti, il rally si sposterà a Capoliveri, già teatro lo scorso anno di una prova speciale che è transitata dentro il paese.

Già lo scorso marzo in occasione del Rallye Elba Ronde-Due venne ipotizzato questo cambiamento, che trova la sua ispirazione nel voler rendere il Rallye Elba Storico, una delle manifestazioni di automobilismo di più alta titolazione non solo regionale ma nazionale, come un evento allargato all’intero territorio elbano, per il quale favorisce anche l’allungamento della stagione turistica, portando quindi turismo . Dietro a questa gara, infatti, vi è una storia, un legame importante con la gente e l’intera isola oltre che con lo sport. Una relazione fatta di sentimenti e passione, con un affetto talmente forte che ha sempre più indicato nel tempo che l’evento debba essere “di tutti”. Perciò, Marina di Campo rimarrà parte integrante della gara con il suo coinvolgimento mediante l’esclusiva presenza delle Ferrari, le quali avranno vicende a se stanti pur se integrate nel programma dell’evento stesso.

IL PERCORSO IN UNA SOLA PAROLA: TRADIZIONE

Competizione, duelli emozionanti con le vetture che hanno fatto la storia delle corse su strada ed anche cultura, saranno nuovamente le ispirazioni di massima della gara per la quale, anche quest’anno, si è lavorato duramente per renderla ancora più appassionante ed affascinante. Infatti, per questo rally cui il solo nome é una garanzia di successo, ACI Livorno Sport, ha previsto nuovamente tre giorni di sfide, con un totale di 14 Prove Speciali. Sono percorsi “storici”, che hanno visto in più di un’occasione gesta sportive di forte impatto.
Si partirà nella serata di giovedì 22 settembre: dalle ore 20,00 in Piazza Matteotti a Capoliveri i concorrenti andranno a misurarsi immediatamente con due prove speciali, tra le quali vi sarà la corta “Capoliveri”, arrivata a grande richiesta nel 2010 grazie al forte interesse mostrato dal Comune, che chiese di entrare a far parte “della gara”, certamente preludio a questa edizione, in cui il paese ha l’onere e l’onore di ospitarne il quartier generale. La prova è corta e molto tecnica ed in parte ricalca il percorso della celebre vecchia prova “dell’innamorata”. Poi, i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno a partire dalle ore 22,20.

La seconda giornata di gara, venerdì 23 settembre, che ripartirà alle ore 08,00, prevede altre sei prove speciali, con finale di giornata alle 17,03, sempre a Capoliveri. L’indomani, sabato 24 settembre il gran finale, con ulteriori sei tratti cronometrati: le sfide avvieranno alle 07,45 e la bandiera a scacchi, sempre a Capoliveri, sventolerà a partire dalle ore 16,35.
In totale il rally misura 516,880 chilometri, dei quali 147,580 cronometrati, vale a dire il 28,55% dell’intera distanza.

UNA PIOGGIA DI TROFEI

A conferma di quanto la gara sia apprezzata, ecco che arrivano i trofei, che nel settore delle auto storiche da rally sono sempre più seguiti. All’isola d’Elba ne correranno ben tre, tutti estremamente entusiasmanti: Il Trofeo A112 Abarth (per il quale sono previste agevolazioni per l’iscrizione), Il Challenge Lancia HP 2011 e l’Opel Historic Challenge 2011.

ELBA GRAFFITI: SI GUARDA AL FUTURO

Appuntamento irrinunciabile sulle strade dell’isola, l’Elba “Graffiti”, vale a dire la gara di regolarità, sarà quest’anno osservata speciale. Sarà infatti una sorta di esperimento per valutare la non certo remota possibilità di entrare a far parte, nel 2012, del Campionato Europeo di “regolarità media”, la nuova frontiera della specialità, nella quale, a fare classifica sono controlli di passaggio, controlli a timbro e prove definite “di precisione” su strade aperte alla normale circolazione, sulle quali si dovrà mantenere una media, non sempre uguale, stabilita di volta in volta dall’organizzazione della gara stessa.

TORNA IL “MUST”: LE FERRARI

Non mancherà davvero nulla, all’edizione 2011, del Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy: dalle novità logistiche ad un percorso da sogno, alla regolarità, sino alla prestigiose presenza del marchio Ferrari. Sarà la 3^ edizione di “Le Ferrari all’Isola d’Elba”, l’iniziativa concertata insieme al Ferrari Club Italia che all’Elba farà disputare una delle prove di regolarità del proprio Trofeo: le fantastiche vetture “del Cavallino”saranno nuovamente presenti a “colorare” – ovviamente di rosso – l’isola d’Elba, per la gioia degli occhi e delle orecchie di molti appassionati.

I PARTNER: INSIEME ALLA GARA CON PASSIONE

Locman Italy, Moby Spa, Eni, Ip, Provincia di Livorno, Comune di Capoliveri, Comune di Campo nell’Elba, Hotel Elba International, ed ovviamente l’Automobile Club Livorno per l’edizione 2011 della gara saranno al fianco dell’organizzazione confermando la loro forte passione per lo sport dell’automobile ed in modo particolare per il Rally all’Isola d’Elba.

Nella foto: il siciliano Salvatore “Totò” Riolo, vincitore del 2010 in un passaggio suggestivo con la sua Porsche (Andy Vision).