Terminato il mese dedicato alle vacanze, il Challenge Rally Autostoriche si rimette in moto per affrontare il terz’ultimo appuntamento della serie che vedrà i piloti cimentarsi nell’impegnativo Rally Alpi Orientali in programma a Udine dal primo al tre di settembre prossimi.

Cinque gli iscritti al Trofeo A112 Abarth e solamente uno all’Opel Challenge rappresentano un vistoso calo rispetto alle gare precedenti soprattutto per quanto riguarda le A112; non facile trovare le spiegazioni del caso visto che la gara friulana gode di un’ottima reputazione nell’ambiente ma di contro richiede anche parecchio tempo da dedicarvi e questo è sicuramente un fattore che ha influito sulla bassa partecipazione.

In ogni caso, scorrendo l’elenco degli iscritti, si preannuncia una sfida molto interessante tra i primi tre equipaggi della classifica. Giorgio Sisani e Flavio Minozzi, attuali leaders, dovranno difendersi dagli attacchi di Franco Beccherle e Giulia Benedetti, secondi, e di Alvise Scremin che ritrova alle note Marco Comunello e torna in gara dopo la defezione del 1000 Miglia e il ritiro di Cremona.

Imperativo per tutti sarà il non commettere errori o passi falsi che porterebbero ad un addio quasi certo alle velleità di successo finale. Sarà avvincente anche la sfida tra gli altri due equipaggi entrambi su versione 58hp gr.2; i veloci Franco ed Arnaldo Panato vanno a sfidare i locali e neo-iscritti Marino Del Torre e Davide Bogaro ottimi conoscitori del percorso della gara di casa; entrambi gli equipaggi avranno inoltre la possibilità di aggiudicarsi i due pneumatici Yokohama messi in palio per il vincitore della classifica di gara, visto che il regolamento prevede che un pilota possa vincerli una sola volta e sia Sisani che Beccherle e Scremin li hanno già vinti nelle gare precedenti.

Nessun pilota iscritto tra quelli del Challenge Lancia HF, l’Opel Challenge vedrà al via solo la Kadett Gt/e di Nicholas Montini e Michele Ognibeni che sempre più si avvicinano alla conquista della Serie.