La pioggia non ha fermato le auto d’epoca della 100 Miglia delle Terre Gonzaghesche. Le premiazioni a Palazzo Ducale tenute da Vincenzo Iafrate, vicesindaco e assessore alla viabilità e sicurezza del Comune di Guastalla e da Roberto Soliani, presidente del Club Sport Storiche Campanon, hanno siglato l’atteso finale dell’autoraduno riservato alle vetture costruite entro il 1991.

[TABLE]
[TR]
[TD=align: left][TABLE=width: 100%]
[TR]
[TD]Le premiazioni

[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
Il Trofeo Ferrante Gonzaga, offerto dal Comune di Guastalla, è stato vinto da Massimo e Andrea Zanasi su Alfa Romeo Giulia Spider del 1963 (Modena Historica), primo equipaggio in classifica assoluta. Al secondo posto Iotti-Aimi su A112 del 1980 (Classic team Eberhard) e terzo Botter-Zamberlan su A112 Abarth 70HP del 1980 (Modena Historica).La Coppa B.F. all’auto più interessante è stata assegnata da Emilio Bariaschi, fondatore del Piccolo Museo della Moto di Guastalla e apripista d’eccezione della gara su Giulietta Sprint Veloce del 1957, alla Triumph TR 2 Sport del 1955 di Mauro e Anna Cavalca (Loro Piana Classic).

La Lancia Aprilia del 1946 di Riccardo Rocchi e Enrico Lenzi (Modena Historica) si è guadagnata la coppa messa in palio dalla Gioielleria Ferrarini di Guastalla come auto più anziana.

La Targa Pro Loco Sabbioneta è andata a Francesco Botter e Loris Zamberlan su A112 Abarth 70 HP del 1980 (Modena Historica), vincitore delle prove di Sabbioneta oltreché terzo assoluto alla 100 Miglia; mentre Susanna e Lidia Nasi su Lancia Delta Integrale del 1991 (Amici dei motori) sono state premiate con la Coppa Confcommercio delle Dame. Gregory Pigozzo e Francesco Beltrami su A112 del 1984 (Valsesia Lancia Story) hanno ricevuto la Coppa Lions, offerta dal Lions Club di Guastalla, per essere l’equipaggio arrivato da più lontano.

Si conclude così una giornata all’insegna dell’entusiasmo e della sportività, ma il Campionato Torri e Motori non è ancora finito. Continua infatti il testa a testa fra Zanasi-Bertini e Botter-Zamberlan in corsa per il titolo, e fra Zanotti-Vicini e Dalleolle-Righi Grimandi che si contendono il terzo gradino del podio. Non rimane che attendere l’ultima prova del Campionato, il Terzo Autoraduno delle Terre dei Castelli, che si disputerà a Spilamberto (Mo), domenica 2 ottobre.

[TABLE]
[TR]
[TD=align: left][TABLE=width: 100%]
[TR]
[TD]La giornata

[/TD]
[/TR]
[/TABLE]

[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
50 equipaggi, provenienti da tutto il nord Italia, si sono presentati alla linea di partenza in via Gonzaga a Guastalla, domenica 18 settembre, per la 100 Miglia delle Terre Gonzaghesche, raduno con prove riservato alle auto costruite prima del 31 dicembre 1991, ottava e penultima prova del IV° Campionato di Regolarità Torri e Motori.Un cielo plumbeo ha fatto da cornice a tutta la gara, ma non ha scoraggiato i tanti appassionati che, ombrello alla mano, si sono appostati lungo il percorso per assistere alle prove ed ammirare da vicino il fascino di bolidi leggendari come la Aston Martin DB Mark III del 1957 e la Rochdale GT6 del 1960.

Gli equipaggi si sono sfidati nelle prime prove di abilità lungo un itinerario che prevedeva l’attraversamento dei comuni di Pomponesco, Viadana, Sabbioneta, Rivarolo Mantovano, Gazzuolo, San Matteo delle Chiaviche, Dosolo.

Tornati a Guastalla, i partecipanti sono stati accolti presso il Palazzo Ducale per il pranzo a base di specialità locali curato dall’Associazione Pro-Loco Guastalla.
Rinvigorite le forze, i piloti hanno lasciato Guastalla alla volta di Reggiolo. Qualche difficoltà nel pomeriggio, quando una leggera pioggia si è fatta più insistente, soprattutto per le cabrio, ma gli equipaggi non si sono persi d’animo e hanno raggiunto Bagnolo in Piano. Ad attenderli il controllo timbro più gustoso alla Latteria Sociale Bagnolo in Piano con la consegna di una punta di Parmigiano-Reggiano a ciascun equipaggio. Poi via verso Novellara, per affrontare le successive prove come da road-book.
Ritorno a Guastalla con l’arrivo in piazza Mazzini intorno alle 16 e, a seguire, le premiazioni al Palazzo Ducale.

[TABLE]
[TR]
[TD=align: left][TABLE=width: 100%]
[TR]
[TD]Bilanci positivo

[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
Bilancio positivo per gli organizzatori – il club Sport Storiche Campanon e l’agenzia di comunicazione folettiepetrillodesign, che hanno ricevuto i complimenti da parte dei partecipanti per la qualità tecnica delle prove e per la scelta dell’itinerario particolarmente panoramico e suggestivo.

[TABLE]
[TR]
[TD=align: left][TABLE=width: 100%]
[TR]
[TD]La promozione del territorio

[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
L’evento è stato un’importante opportunità per promuovere le terre gonzaghesche e prodotti tipici come il Parmigiano-Reggiano.

[TABLE]
[TR]
[TD=align: left][TABLE=width: 100%]
[TR]
[TD]Sponsor, patrocini

[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
[/TD]
[/TR]
[/TABLE]
Hanno contribuito attivamente: Consorzio del Parmigiano Reggiano sezione di Reggio Emilia e Latteria Sociale Bagnolo in Piano.
I Comuni di Guastalla, Pomponesco, Viadana, Sabbioneta, Rivarolo Mantovano, Gazzuolo, San Matteo delle Chiaviche, Dosolo, Reggiolo, Bagnolo in Piano e Novellara hanno assicurato il loro patrocinio alla manifestazione.