Soddisfazione per l’esordio della nuova serie riconosciuta dalla Csai, dedicata alla auto storiche. Al Valsugana Historic Rally disputatosi nello scorso fine settimana in provincia di Trento, sono state venti le vetture in lizza equamente suddivise nelle tre categorie previste dal regolamento.

Nella classe fino a 1300 cc. ha avuto la meglio l’equipaggio composto dal vice- campione italiano 2011 Luigi Capsoni navigato da Lucia Zambiasi su Alpine Renault A110 i quali hanno preceduto la Lancia Fulvia HF di Massimo Giuliani e Claudia Sora e l’Autobianchi A112 Abarth di Fabio ed Erika Vezzola. Ritiro sulla prima prova per l’altra A112 di Paolo Piacentini ed Elena Tiberti, unici iscritti con un vettura di serie, a causa di un problema elettrico; ferma anche la terza A112, quella di Enzo Concini e Corrado Baldo per problemi meccanici. Repentino ritiro anche per l’Alfa Romeo Gt Junior di Guido Vettore e Claudio Berti.

Tra le sette vetture della “1600” successo per la Volkswagen Golf Gti di Vinicio Bertocco ed Antonio Nicoletti, davanti alla vettura gemella di Stefano Segnana e Stefano Pennacchi. Sul terzo gradino del podio la Lancia Fulvia HF di Stefano Maestri e Andrea Giuliani. Ferme già nella prima speciale la Fulvia di Ernesto Ziglioli e Ulisse Stradiotti (semiasse) e la Fiat X 1/9 di Manuel Mettifogo e Gianfranco Peruzzi, ammutolitasi improvvisamente. A una prova dal termine si ritira anche la Fulvia HF di Marco e Luciano Morandi per la rottura di un semiasse dopo aver patito problemi di freni e al cambio. Da dimenticare in fretta la disavventura occorsa a Matteo Armellini e Carlo Pinton, i quali a causa di un’uscita di strada nell’ultima speciale hanno visto distrutta da un incendio la loro Alfa Romeo Alfasud Sprint. Nessun problema per lo sfortunato equipaggio locale.

Infine la classe “2000” che ha visto l’entusiasmante sfida a tre tra l’Alfetta GTV di Riccardo Bucci e Barbara Neri purtroppo fermi nell’ultimo tratto cronometrato a causa di un problema elettrico, e le Opel Kadett Gt/e di Luca Cattilino – Federico Migliorini e quella di Nicholas Montini e Michle Ognibeni che dopo aver inseguito per tutta la gara sono riusciti a superare l’equipaggio veronese nella penultima speciale e conquistare la vittoria. Il ritiro di Bucci regala il podio alla Fiat 131 Racing degli spettacolari Nereo Bonollo e Flavio Sella. Ritiri per noie meccaniche per l’altra Alfetta GT di Gianluigi Baghin e Jenny Maddalozzo e per la Fiat 131 Abarth di Giulio Pedretti e Silvano Marini.

Prossimo appuntamento il 21 aprile al Rally Campagnolo. Ai piloti interessati ad iscriversi alla serie, si ricorda che è possibile farlo entro il termine di chiusura delle verifiche della prima gara alla quale si intende partecipare.

foto di Poci’s / Andyvision