Scaduto il termine per l’invio delle iscrizioni all’ottava edizione del Rally Campagnolo e alla quarta della regolarità sport Campagnolo Historic, il conteggio delle adesioni è stato decisamente soddisfacente: quasi centosessanta iscritti, novantaquattro dei quali in gara per il secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally Autostoriche oltre che per il Trofeo A112 Abarth, il Challenge Rally Autostoriche ed il Challenge Italia 2012, tutte Serie Ufficiali Csai! Il difficile momento che sta attraversando la nostra economia aveva fatto metter in conto un probabile calo di adesioni, che è stato comunque contenuto anche considerato il fatto che il Rally Campagnolo è concomitante ad un rally valido per il Campionato Europeo Fia che si correrà in Repubblica Ceca.

Il rally organizzato dal Rally Club Isola Vicentina ancora una volta dimostra il gradimento dei piloti italiani, i quali rappresentano ben undici diverse regioni, oltre ad alcune presenze dall’estero a partire dall’oramai habitué austriaco Guenther Kremel su Ford Escort GT, passando per il già presente in edizioni scorse Pietro Galfetti che esordirà con un’Opel Monza per finire con l’ex campione europeo Michael Stoschek che dalla Germania arriverà per la prima volta ad Isola Vicentina con la Porsche 911 RSR.

Manca qualche nome di spicco soprattutto tra i piloti locali, ma scorrendo l’elenco iscritti la memoria torna subito allo scorso anno riproponendo la sfida a tre tra il Campione Italiano 2011 Lucio Da Zanche e Alberto Salvini, entrambi su Porsche 911 RS e classificati nell’ordine dodici mesi fa e Giorgio Costenaro su Lancia Stratos che fu costretto al ritiro per la toccata nell’ultimo tratto cronometrato. L’amicizia che lega il Rally Club Isola Vicentina ai due equipaggi Porsche, tra i più assidui partecipanti alle passate edizioni, ha fatto sì che entrambi gareggeranno per i colori del sodalizio isolano con estrema soddisfazione del patron Renzo “Gek” De Tomasi. Tornando ai protagonisti della gara, occhi puntati anche sui due veronesi Riccardo Andreis su Porsche 911 RS e Nicola Patuzzo sulla versione SC già autori di buone prestazioni al Rally Campagnolo. Outsiders da non sottovalutare saranno il locale Adriano Beschin e il già citato Michael Stoschek oltre al velocista Giampaolo Mantovani tutti sulla coupè di Stoccarda. Il meteo preannuncia una gara che sarà con molta probabilità condizionata da piovaschi i quali potranno mettere in evidenza le prestazioni di vetture meno performanti quali l’Opel Kadett di Giampiero Carissimi, che si trova particolarmente a proprio agio su tali fondi; o l’Alfa Romeo Alfetta Gtv del veloce Riccardo Bucci senza trascurare la Volkswagen Golf Gti di Vinicio Bertocco, lo scorso anno autore di uno “scratch”, o le piccole Fiat 127 di Mario Cravero e l’Autobianchi A112 Abarth di Alvise Scremin. E proprio le vetture più piccole saranno quelle che daranno vita ad un’entusiasmante sfida sportiva contando ben ventuno iscritti nella classe 2-1150 del 3° Raggruppamento grazie anche alla nutrita schiera di A112 Abarth in gara per il Trofeo! Anche i nominati Carissimi e Bucci avranno il loro daffare per la supremazia della classe 2-2000 che propone i veloci siciliani Angelo Diana su BMW 320i e Pietro Vazzana su Opel Kadett Gt/e. Interessante anche la sfida tra il quartetto di Ford Escort RS del 2° Raggruppamento: chi la spunterà tra Rino Righi, Dino Vicario, Rino Muradore e Maurizio Elia?

Un tocco di rosa lo portano i tre equipaggi femminili formati dalle vincitrici del Trofeo Femminile 2011 Luisa Zumelli e Paola Valmassoi su Porsche 911 S, dalle debuttanti al Campagnolo Isabella Bignardi e Paola Boggio su Porsche 911 Carrera e dalle beniamine del pubblico Lisa Meggiarin ed Anna Ferro in gara con l’Autobianchi A112 Abarth.

Gianfranco Marconcini e la moglie Fernanda Ciardullo presenti su Porsche 911 S sono l’unico equipaggio ad aver corso tutte le edizioni del Campagnolo Storico oltre a quella del 1975 su Opel Ascona SR con gli pseudonimi “Slim” – Cathetus”, mentre la Lancia Stratos che porta in gara Silvio Andrighetti è quella con la quale corse il “mugnaio volante” Giovanni Casarotto. La piccola Peugeot 104 Zs di Luca Dalle Coste è la stessa che nel 1980 era utilizzata da Gianni Del Zoppo nell’omonimo Trofeo.

Numeri importanti anche per la gara di regolarità sport sempre molto apprezzata dagli amanti del “traverso”. Il 4° Campagnolo Historic sarà anche il terzo appuntamento del Trofeo Tre Regioni, unica Serie riconosciuta Csai dedicata alla disciplina.

In chiusura, una notizia appena confermata dal vulcanico Renzo De Tomasi che annuncia la gradita presenza di Sandro Munari il quale sarà presente allo start della gara per portare il proprio saluto ai partecipanti e al bravo Nedo Checchi, speaker ufficiale della manifestazione non mancheranno gli spunti per un ritorno al passato proprio nel quarantennale della storica vittoria al Montecarlo 1972.

Appuntamento quindi, a partire dalle ore 9.00 di venerdì 20 aprile alla Concessionaria Fergia di Vicenza Ovest per le operazioni di verifica. Partenza della prima sezione di gara alle ore 21.00 dello stesso giorno da Piazza Marconi di Isola Vicentina: prevista la disputa di una prova speciale. Ripartenza il sabato mattina alle ore 8.30 e arrivo alle ore 19.01 sempre in Piazza Marconi.