Fedele ormai ad una tradizione, il Rally Storico Piancavallo del 2012 proporrà un nuovo incontro con gli appassionati di corse su strada. L’appuntamento è per venerdì 25 maggio alle 20.30 alla sala convegni della Provincia di Pordenone.
La scelta del luogo non è casuale perché si tratta di eventi coincidenti: mentre in città ci sarà PordenonePensa, sui territori della provincia si correrà il Rally Storico Piancavallo, anticipato di alcuni mesi in quanto è entrato a far parte del Campionato Italiano Rally Storici.
Da ricordare che la quarta edizione di PordenonePensa è una rassegna di idee promossa dal Circolo Eureka e dalla Provincia di Pordenone nel capoluogo e nei paesi; essa si svolgerà dal 20 maggio al 7 giugno. La serata dedicata ai rally avrà come ospiti due piloti in attività, Paolo Andreucci e Luca Rossetti. I due hanno vinto (tra tricolore ed europeo) dieci titoli. Andreucci è stato 6 volte tricolore, alla pari di Dario Cerrato. Rossetti è stato campione italiano una volta e continentale per tre volte (nessun italiano ha fatto come lui). La scelta su questi due rallisti non è casuale: entrambi hanno legato i loro inizi di carriera alla figura di Maurizio Perissinot, il quale non li ha mai avuti in una squadra da lui diretta, ma per loro è stato un consigliere ed un sostenitore convinto. Dire che aveva ragione – oggi – è fin troppo facile. Perissinot aveva pure provato a fare aprire le porte di una squadra ufficiale (la Nissan) ad Andreucci; invece, ai tempi di Rossetti (più recenti), l’ex copilota pordenonese aveva avuto modo di verificare il talento di Luca alla scuola federale CSAI. Poi, soprattutto agli inizi, era stato un consigliere disinteressato circa le scelte che “Rox” stava compiendo e che lo avrebbero portato alla Peugeot con la quale nel 2008 ha vinto il titolo italiano ed europeo. Non a caso – dunque – la serata avrà per titolo “Tutta questione di talento…”. A condurre ci sarà Andrea Cordovani, caporedattore di Autosprint; il giornalista toscano è stato molto amico di Perissinot, con il quale ha scritto il libro dedicato al Rally Piancavallo e del quale è stata fatta la riedizione in occasione della gara nel 2009, quando il Rally Piancavallo è stato nuovamente organizzato, questa volta in versione storica.