Va in archivio anche il terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally Autostoriche per Piero Carissimi; si è corsa a Brescia nello scorso fine settimana la quinta edizione del Rally 1000 Miglia Storico che si è rivelata ben più difficile del previsto. Il gran caldo, decisamente anomalo per il periodo, e una classe ben nutrita di forti avversari hanno dato filo da torcere al pilota dell’Opel Kadett Gt/e e al navigatore Andrea Cecchi. Oltre al locale Montini su Opel Kadett Gt/e, erano presenti sia Bucci su Alfetta Gtv che Diana su BMW 320, oltre ad altri possibili outsiders. La sfida sembrava fosse tra le due Opel, con Bucci a distanza di sicurezza. E’ stato invece Diana ritornato a livelli dello scorso anno a rivelarsi l’avversario più ostico. Nonostante i tentativi di agguantare la vetta della classe, Carissimi ha preferito non prendere rischi inutili e difendere la seconda piazza da un arrembante Fontana anch’egli su Opel Kadett Gt/e.
Con i punti acquisiti nelle varie classifiche, Piero Carissimi vede consolidate e rafforzate le proprie posizioni: secondo nel Campionato Italiano e primo nel Trofeo del 3° Raggruppamento; allungo sia in vetta alla classifica del Challenge Rally Autostoriche che in quella della Coppa Csai “Over 60”.
Al termine della gara la vettura è stata nuovamente verificata d’ufficio dai Commissari Sportivi, risultando una volta di più perfettamente conforme.

Doverosi infine, i ringraziamenti alla Racing Garage di Tony Lentinu che anche a Brescia ha messo perfettamente a punto l’Opel Kadett Gt/e del vicecampione italiano 2010.