La 96ª edizione della Targa Florio è entrata nel vivo questa sera con la prova spettacolo “Città di Palermo” che si è disputata sul percorso ricavato all’interno dell’aeroporto di Boccadifalco, dove era presente il pubblico delle grandi occasioni. Come quello del Politeama, dove il sindaco della città Leoluca Orlando ha dato il “via” alla Ford Fiesta di Giandomenico Basso, la prima delle vetture a scendere dal palco partenti.

Motori accesi dunque e “via” alla sfida tra i protagonisti dell’Intercontinental Rally Challenge (della cui validità si è fregiata per la prima volta quest’anno la “Targa”) e quelli del Campionato Italiano Rally. Ad ottenere il miglior tempo di 1’39”8 è stata la Skoda Fabia S2000 dei cechi Jan Kopecky-Pavel Dresler. A soli sei decimi l’altra Skoda del norvegese Andreas Mikkelsen, attuale leader dell’IRC, navigato da Ola Floene. Un confronto tra campionissimi, con la Peugeot 207 di Paolo Andreucci, capoclassifica del CIR e sei volte vincitore della “Targa”, a sua volta distanziata di appena un decimo. Annullato invece il responso di 1’36”5 che aveva fatto segnare l’equipaggio di Dubai composto da Rashid Al-Ketbi e Khalid Al Kendi (anche loro su Skoda Fabia) che si sono resi protagonisti di “dritto”, che gli ha consentito di guadagnare secondi preziosi.

Primo tra i siciliani il cefaludese Marco Runfola, 10. assoluto con una Peugeot 207 S2000 (1’45”5). In 19. posizione il cerdese Totò Riolo, al via con una Fiat Abarth Grande Punto. In testa nell’Historic Rally, prova del Campionato Italiano Rally Autostoriche che si disputa nello stesso contesto, la Porsche 911 del palermitano “Gordon” (affiancato da Salvatore Cicero), che hanno fatto realizzare il responso di 1’54”3, precedendo di quasi due secondi e mezzo la Bmw 320 di Angelo Diana e del suo navigatore Dario Averna. Tre differenti vetture nelle prime tre posizioni, con Pietro Vazzana e Roberto Genovese (Opel Kadett Gte) a conquistare la terza piazza. Domani mattina la carovana delle vetture partecipanti si sposterà sulle Madonie per completare la prima Tappa. Due le prove speciali in programma (“Targa” e “Collesano”) da ripetersi entrambe per tre volte. L’arrivo a Termini Imerese dopo le ore 19. Sabato il via della seconda e conclusiva Tappa.