I recenti terremoti hanno messo a dura prova l’Emilia, la “Terra di Motori” per eccellenza, ma gli emiliani sono pronti a rialzarsi e a ricostruire. E’ per questo motivo che la Scuderia Tricolore, da quest’anno organizzatrice della Modena Cento Ore, ha deciso di dare un forte segnale di fiducia e di volontà di non fermarsi.

La Modena Cento Ore continuerà quindi, nonostante le difficoltà e i tanti cambi di percorso che si sono resi necessari, e sarà un’occasione di raccolta di fondi per la ricostruzione. L’undicesima edizione della Modena Cento ore Classic si terrà quindi, come previsto, dal 22 al 26 Giugno, in una veste sobria ma sempre unica nella sua leggendaria formula.

E’ attraverso le parole di Luigi Orlandini, Presidente della Scuderia, che cogliamo la volontà degli organizzatori: “Dopo i recenti eventi sismici abbiamo dibattuto a lungo sull’opportunità di mantenere o meno la manifestazione, sia per opportunità sia per le difficoltà che ci avrebbe comportato rivedere
interamente il percorso a meno di un mese dalla partenza. Abbiamo deciso, alla fine, di mantenerla, perché crediamo sia importante guardare avanti con coraggio e soprattutto perché abbiamo deciso di trasformarla in un’occasione di raccolta fondi per la ricostruzione. Quest’anno sarà una manifestazione ridotta all’essenziale, per non disperdere neanche un centesimo che possa andare in aiuti, ma sarà sempre una sfida tra le più impegnative al mondo, alla quale parteciperanno oltre 20 equipaggi stranieri.”