I biellesi Davide Negri e Roberto Coppa, su Porsche 911sc hanno vinto il “2° Rally Lana Storico” – “Trofeo Tecno Piemonte” organizzato dalla P.S.A di Paolo Fortunati in collaborazione con l’associazione BMT Eventi di Biella col patrocinio dell’Aci di Biella, Città e Provincia di Biella, valida per il Memorial Nino Fornaca e per il Campionato Piemonte Valle d’Aosta Rallies – Trofeo Automotoracing.

Grande folla lungo le strade e all’arrivo, dove i vincitori al posto dello champagne hanno stappato acqua minerale, per lanciare un messaggio forte ai giovani contro l’abuso di alcool soprattutto quando si è al volante.
Per Negri, dopo aver chiuso al comando la prima giornata di gara, sembrava una vittoria facile, invece ha dovuto lottare fino alla fine contro il campione delle “storiche”: “E’ stata una grossa soddisfazione, vincere questa gara di casa! Da Zanche è bravissimo ed è andato molto forte; noi abbiamo poi avuto problemi alla barra di torsione nel finale ed ho temuto di non farcela.”

Grande corsa dei campioni italiani Lucio Da Zanche e Romano Belfiore (Porsche) al secondo posto staccati di soli 10”3, che sono balzati subito in testa alla classifica, ma un ritardo al controllo orario li aveva fatti scendere fino al quinto posto. Nonostante questo il campione italiano ha attaccato duramente, vincendo alla fine ben sei delle otto prove speciali, ma non gli è bastato per mettere in discussione la leadership del pilota biellese, anche perché nell’inseguimento lasciava per strada un’altra manciata di secondi salendo su un muretto con l’anteriore.

Sul terzo gradino del podio un altro biellese il giovane Omar Bergo con Alberto Brusati (Porsche 911) per la prima volta su una vettura storica, sempre a ridosso delle prime posizioni, che ha chiuso a 1’20” dal vincitore. Alle sue spalle la Porsche 911 del novarese Erminio Forti, che è riuscito a contenere gli insistenti attacchi del torinese Vivalda (Ford Escort) e del biellese Ormezzano sulla Talbot Lotus, rispettivamente al quinto e sesto posto della generale.

E qui va sottolineata la grande prova di Federico Ormezzano vincitore lo scorso anno, questa volta navigato da Betty Tognana con la meno potente Talbot Lotus è andato fortissimo, e si merita anche un plauso per un significativo impegno con tanti amici nel promuovere l’evento.
Da sottolineare l’ottima prova del presidente delle autostoriche biellesi Silvio Ubertino su Porsche, primo di classe nel raggruppamento GTS di cilindrata 2000.

La gara con sole e temperature tropicali alternate ad improvvisi acquazzoni (sabato) è stata caratterizzata da diversi colpi di scena che hanno decimato gli equipaggi al via.
Tra gli sfortunati che non hanno raggiunto il traguardo il grande “Lucky” che con la Ferrari 308 GTB è volato su un velo d’acqua battendo il posteriore quando era terzo. Il biellese Ivan Fioravanti che iniziato alla grande aveva vinto anche una prova ed era secondo, fermato dal motore della sua Opel Kadett gte dopo la terza prova. Ferma anche Isabella Bignardi per problemi al cambio.

Tra i nomi altisonanti dei rally intervenuti, anche il grande Sandro Munari al volante della mitica Lancia Stratos quale padrino e apripista, e “il due volte campione del mondo” Miki Biasion su Lancia Delta Integrale davanti al gruppo delle “All Stars” guidato da Andrea Zanussi con Chantal Galli su Fiat 131 Abarth.

A Davide Negri è stato assegnato anche il premio per il “ Memorial Nino Fornaca”, mentre per il femminile è stato assegnato a Betty Tognana.

Nella gara riservata alla “Regolarità Sport”, strapotere e vittoria finale del valsesiano pluricampione Massimo Raimondi con Vittorio Casazza su Porsche che ha vinto tutte le prove. A nulla sono valsi impegno e tenacia del rivale conterraneo Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini su Renault Alpine giunti secondi davanti alla Lancia Fulvia dei torinesi Fiore e Garelli.

Fascino ed emozioni, oggi come ieri. Contenti i concorrenti, che hanno più volte espresso soddisfazione per la bellezza delle prove speciali biellesi e la folta schiera di pubblico “da mondiale”.

“2° RALLY LANA STORICO”

CLASSIFICA FINALE ASSOLUTA:

1. Negri-Coppa (Porsche 911 sc) in 1: 00’ 27” 3, 2 Da Zanche-Belfiore (Porsche 911 rs) a 10” 3, 3 Bergo-Brusati (Porsche 911 rs) a 1’ 20” 0, 4 Forti-Borini (Porsche 911 rs) a 2’ 32” 2, 5 Vivalda-Oberti (Porsche Carrera R) a 2’ 58” 8, 6 Ormezzano-Tognana (Crisler SumbeamTalbot) a 3’ 15” 0, 7 Mano-Tonelli (Fiat 131 Abarth) a 3’ 17” 7, 8 Carissimi-Tirone (OPel Kadet GTE) a 4’ 23” 3, 9 Lanfranchini-Lanfranchini (Porsche 924 CarreraGT) a 4’ 26” 7, 10 Revelli-Giovo (Porsche 911 sc) a 4’ 29” 5.