In programma dal 20 al 22 settembre prossimi, valido per il Campionato Europeo ed Italiano di rally storici, il classico appuntamento “historic” della corsa sull’isola più grande dell’arcipelago toscano
troverà anche per questa stagione nuovi stimoli per tre giorni di sfide avvincenti.

Con la novità dell’inserimento del “Graffiti”, che festeggia i 25 anni, nel calendario FIA di “regolarità media” e con alcune interessanti variazioni del percorso, l’evento si prepara ad una nuova edizione in grande stile. A breve verrà avviata una significativa attività sui più importanti social network, per comunicare e vivere sempre più l’evento insieme ai suoi estimatori.

Confermata la “permanence” del Rally a Capoliveri.

Il periodo che avvia l’estate è quello classico per presentare un evento di grande richiamo non solo sportivo, ma anche turistico e culturale. Il Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy, giunto quest’anno alla sua 24^ edizione, pronto però a festeggiare i venticinque anni di matrimonio con lo sport del celebre “Graffiti”, la gara di regolarità che, come viene spiegato più avanti verrà valorizzata con una validità decisamente importante.

Decima prova su dodici del Campionato Europeo FIA Rally Storici e penultima delle dieci che punteggiano il tricolore della specialità, l’evento promosso dall’Automobile Club Livorno per mezzo della propria parte operativa di ACI Livorno Sport è previsto nuovamente a Capoliveri, nella sua classica collocazione temporale al termine dell’estate, dal 20 al 22 settembre, favorendo quindi l’allungamento della stagione turistica sull’isola più grande dell’arcipelago toscano. Le iscrizioni si apriranno lunedì 6 agosto e chiuderanno venerdì 7 settembre.

Il Rallye Elba Storico, uno dei più conosciuti ed amati in assoluto al mondo, quest’anno più che mai – visto il suo venticinquesimo anno di storia – è pronto nuovamente a proporre la propria griffe con momenti di grande sport, certamente sulla scia del grande successo di partecipazioni delle edizioni precedenti, caratterizzate dal forte consenso ottenuto sia dagli appassionati che degli addetti ai lavori (costantemente oltre dieci le nazioni rappresentate fra i concorrenti, 7000-8000 unità circa il movimento registrato ogni anno dei presenti con vari ruoli all’evento).

Competizione, duelli entusiasmanti con protagoniste le vetture che hanno fatto la storia delle corse su strada ed anche cultura, saranno nuovamente i segni rimarchevoli del XXV Rallye Elba Storico per il quale si è lavorato con passione e puntiglio per renderlo ancora più appassionante, affascinante.

“In tutti questi anni – commenta Luciano Fiori, Presidente di ACI Livorno Sport – è stato confermato che il Rallye Elba Storico è qualcosa di particolare per chi ama lo sport dell’automobile. Lo dimostra anzitutto il fatto che ogni edizione, per quanto forte sia il successo dell’edizione precedente, riesce a superare se stessa, a proporsi sempre tra le migliori nel contesto internazionale. Per questo il lavoro non si ferma mai: per il Comitato Organizzatore, per l’Isola tutta, ogni anno deve essere una grande edizione, capace di valorizzare al massimo il suo carattere agonistico, di far crescere sempre più la notorietà internazionale del territorio oltre che della gara stessa, che non solo noi riteniamo simbolo dell’automobilismo nazionale. Lo facciamo con entusiasmo e passione, anche pensando alle emozioni che solo le corse su strada possono dare”.

TRE VALIDITA’ UFFICIALI, DUE “INTERNAZIONALI”

PER FESTEGGIARE LE NOZZE D’ARGENTO DEL “GRAFFITI”

Non due ma tre. Il numero perfetto. Tre, infatti, saranno le validità ufficiali del Rallye Elba Storico targato duemiladodici. A quelle dei Campionati Europeo ed Italiano di Rally Storici, si affianca da quest’anno la terza, un vero e proprio “must” che viene associato al “Graffiti”.
Dopo l’esperimento del 2011 chiesto espressamente dalla Federazione Internazionale di inserire nel programma di gara la disciplina di “regolarità media”, la nuova frontiera della specialità, quest’anno, proprio a festeggiare il 25°anno del “Graffiti” (nato dunque un anno prima del rallye), è arrivata la validità ufficiale del FIA Trophy for Historic Regularity Rallies, del quale sarà la settima prova delle undici in calendario. La disciplina è un’evoluzione della regolarità “classica”, volta certamente più all’agonismo, dove a fare classifica sono controlli di passaggio, controlli a timbro e prove definite “di precisione” dovendo quindi mantenere una media, non sempre uguale, stabilita di volta in volta dall’organizzazione della gara stessa, che non farà mancare anche controlli a sorpresa lungo il percorso.

 

NOVITA’ SUL PERCORSO: ARRIVANO LA “PARATA-VOLTERRAIO” E LA “POGGIO-LA PILA”

Fedele alla propria ispirazione che cerca sempre di dare valore aggiunto all’evento, il Comitato Organizzatore ha ripensato una parte del percorso, per rendere ancora più avvincente la sfida, per non renderla mai scontata, anche se di scontato sulle strade dell’Isola d’Elba non vi è mai nulla. Sempre tre i giorni di gara, con la partenza prevista da Capoliveri alle ore 20,00 di giovedì 20 settembre. I concorrenti andranno ad affrontare subito la prima novità dell’edizione duemiladodici, la “Parata-Volterraio”(Km. 14,260), due nomi di “piesse” che già da soli sono legati al mito e che insieme faranno . . . grandi cose. E’ una versione inedita, che non mancherà certamente di essere apprezzata dai cultori della gara elbana. Da Cavo, sino a Rio nell’Elba per affrontare la “Parata” e da lì si affronta la parte del “Volterraio” in direzione di Magazzini, ammirando, nello scendere, il golfo di Portoferraio. L’altra novità è rappresentata dall’introduzione della “Poggio-La Pila”(Km. 15,500), praticamente la “Due Mari” in una versione corsa sino agli anni ottanta, con il passaggio all’interno dell’abitato di Sant’Ilario e caratterizzata dalla parte finale con alcuni spettacolari tornanti in discesa.

ED INOLTRE, UNA . . . PIOGGIA DI TROFEI

Una location così esclusiva, un percorso così affascinante non possono che catalizzare l’attenzione a tutto tondo del mondo dei rallies storici. Per questo anche per quest’anno sarà possibile apprezzare al via del XXV Rally Elba Storico alcuni trofei, i quali saranno certamente in grado di avvalorare l’evento si se stesso. Sono previsti il Trofeo A112 Abarth, il Trofeo “della Regina”, dedicato alle Lancia Fulvia HF, il Trofeo Fiat 127, oltre al Challenge Rally Autostoriche 2012 ed al Challenge Italia 2012.

GLI ORARI DI GARA

Come già accennato, la partenza sarà da Capoliveri alle 20,00 di giovedì 20 settembre, dopo la “Parata-Volterraio” i concorrenti correranno la prova spettacolo di Capoliveri stessa (Km. 4,760), riproposta a grande richiesta per il terzo anno, e l’arrivo della prima parte di gara è previsto per le 23,07, quando cioè i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno.

L’indomani, venerdì 21 settembre riprenderà la prima tappa: dalle 08,30 alle 16,42, duelleranno su altre quattro prove, “Parata-Nisporto” (Km. 12,140) che nel secondo giro sarà più corta, chiamandosi “Parata-Nisportino”(Km. 10,300) e la “Monte Perone” (Km. 14,250).

La giornata di chiusura, sabato 22 settembre, avvierà le sfide alle ore 08,30 per far sventolare la bandiera a scacchi alle 16,40, anche in questo caso a Capoliveri. Di nuovo duelli sulla “Parata-Nisporto” (Km. 12,140), poi sulla già menzionata “Poggio-La Pila” (Km. 15,500) e sulla classica “Monumento” (Km. 5,900) In totale il rally misura 508,330 chilometri, dei quali 137,040 cronometrati, vale a dire il 26,96% dell’intera distanza.

LA LOGISTICA CONFERMATA ALL’HOTEL ELBA INTERNATIONAL DI CAPOLIVERI

Nulla di modificato, rispetto al 2011, per quanto riguarda la logistica del Rally, il Quartier Generale della manifestazione rimarrà a Capoliveri, presso le funzionali strutture dell’Hotel Elba International, location esclusiva che ammira il Golfo di Porto Azzurro, dove saranno organizzate la Direzione di Gara, la Segreteria e la Sala Stampa. Quest’anno, poi, l’Hotel sarà ancora più parte integrante della gara, ospitandone un riordinamento, previsto giovedì 20 dopo la prima Prova Speciale, alle 22,22.

A BREVE IL DEBUTTO “SOCIAL”

A breve tempo il Rallye Elba farà il suo ingresso in . . .società. Seguendo l’evoluzione della comunicazione e delle attività sociali, l’evento verrà comunicato anche tramite i più diffusi social media, con la creazione di identità dedicate le quali avranno la funzione informativa ed anche interattiva con i tanti estimatori della gara.

I PARTNER: INSIEME ALLA GARA CON PASSIONE

Locman Italy, Moby Spa, Comune di Capoliveri, Eni, Ip, Acqua dell’Elba ed ovviamente l’Automobile Club Livorno anche per l’edizione 2012 della gara saranno al fianco dell’organizzazione confermando la loro forte passione per lo sport dell’automobile ed in modo particolare per il Rallye all’Isola d’Elba.

L’edizione 2011 della gara venne vinta dalla Lancia Rally 037 di Bianchini-Baldaccini.

fotografie Giacomo Tessari