Al termine di un’avvincente sfida lungo le nove prove speciali, Giampaolo Basso e Paolo Scattone su Porsche 911 RSR (Team Bassano) sono i vincitori del 1° Rally Dolomiti Historic. Precedono la Lancia Stratos dei compagni di scuderia Giorgio Costenaro e Sergio Marchi e l’altra Porsche 911 RSR di Michael Stoschek e Dieter Hawranke (Brose Motorsport).

Oltre ai vincitori, soddisfatti anche gli altri equipaggi giunti al termine, i quali hanno interpretato al meglio lo spirito di questa nuova manifestazione che voleva abbinare la possibilità di trascorrere una vacanza nello splendido ambiente delle Dolomiti, al lato puramente agonistico dell’evento. Gradimento del percorso e della formula di gara da parte di tutti i piloti sia del rally che della regolarità; sicuramente i commenti positivi da parte dei conduttori faranno da traino per le future edizioni.
Partita inizialmente come sfida a tre, la gara è vissuta sul duello Basso – Costenaro. Il pilota della Lancia Stratos recrimina per un testacoda nel corso della seconda speciale, a tratti umida, dove ha lasciato una quindicina di secondi e probabilmente anche le possibilità di vittoria nonostante i tentativi di rimonta vanificati da un Basso in giornata positiva. Gara regolare per l’equipaggio tedesco composto da Stoscheck – Hawranke, comunque soddisfatti della loro prestazione.

Monopolizzato dalle vetture del 2° Raggruppamento il podio dell’assoluta, vincitrice del 3° risulta la Ford Escort RS Gruppo 2 di Antonio Maniero e Lucia Zambiasi che si sono trovati regalata l’insperata vittoria, visto che hanno patito alcuni problemi meccanici nel finale, dal beffardo ritiro patito dalla Renault 5 Turbo dei toscani Nuti – Guerretti appiedati prima di affrontare l’ultima breve prova speciale. Ritiro anche per la Porsche 911 Rs di Iccolti e Bardini a causa della rottura del cambio e per la Fiat 131 Abarth di Silvio e Laura Andrighetti appiedati da un problema meccanico lungo il primo trasferimento della mattinata. Sfortunata anche la gara di Paolo Pianezza ed Oswald Maio costretti allo stop anticipato per noie alla Opel Kadett Gt/e.. Hanno concluso il rally nove dei tredici equipaggi partiti.

Gara combattutissima anche la regolarità sport Dolomiti Revival che vede quattro equipaggi racchiusi nello spazio di soli otto centesimi dopo l’ultima prova cronometrata: la spuntano per una sola penalità Enrico Coan e Fabio Ulliana su Autobianchi A112 Abarth (Pi-enne Corse), che precedono la Porsche 911 E di Paolo Pagni e Antonella Baldasseroni (Scaligera Rallye) e Paolo e Sergio Veronese su Innocenti Mini Cooper (Padova Autostoriche). Sedici equipaggi sui diciotto partiti hanno regolarmente concluso la gara.