Ciao a tutti !
In questa mia pagina di diario volevo parlarvi delle 112 abarth.
Fin da quando ero piccolo ho sempre ammirato questa piccola vettura sia la versione stradale che quella da corsa divertente e veloce.
Il famoso monomarca nasce verso la fine degli anni 70, se non sbaglio parteciparono diversi piloti che nel futuro ebbero un ottima carriera con vetture piu’ potenti per citarne alcuni Bettega ,Tabaron e Cunico su tutti!
Insomma era una categoria che faceva scuola alle giovani promesse;le gare erano combattutissime,tanti spettatori rimanevano fino all ultimo per vederle transitare.
Avevano un sound inconfondibile,il rombo di quella generazione di auto da bambino, mi portò a creare addirittura la versione Lego della 112 abarth gruppo A che ancora ricordo vivamente;se non era passione questa …
Anche con l’omologazione scaduta che giunse nel 1990 il trofeo rimase in vita e con esso il fascino di questa vettura.
Praticamente tra rally , salite e slalom era sempre presente ,presenza favorita dal fatto che sempre di più era alla portata di molti piloti.
Proprio negli slalom ,nel gruppo speciale, molte 112 venivano e vengono tuttora talmente modificate che rimaneva solo il nome 112 della vettura originale.

Tornando a oggi con il trofeo abarth 112 il mito continua,l’ultima volta che le ho viste è stato nel corso del Due Valli del 2010.Spettacolo puro ,le ho viste scendere davvero forte!!

Conosco molto bene tra l’altro un pilota locale di Verona,del trofeo a112 Franco Beccherle che ai tempi lavorava in officina da mio papà;colgo l’occasione per salutarlo.

Secondo me è un bene che questo mito rimanga ,un modo per tenere viva la passione per questo pezzo di storia automobilistica che vanta già 40 anni!!