Una grigia mattinata ha accolto gli equipaggi giunti ad Alleghe per le operazioni preliminari della prima edizione del Rally Dolomiti Historic, evento che ha portato nell’Agordino oltre all’evento sportivo, un buon flusso di presenze a livello turistico.

Sono trentuno gli equipaggi che hanno superato le verifiche: tredici nel rally e diciotto nella regolarità sport e nonostante i numeri ridotti non mancheranno le sfide sportive nell’una e nell’altra specialità. InNel rally si rinnova una sfida che due anni fa vide le Dolomiti come scenario, quando alla prima edizione del Rally Storico San Martino di Castrozza, Costenaro su Lancia Stratos, Stoschek e Basso su Porsche 911 RSR furono protagonisti di un’entusiasmante duello risolta a favore del primo solo all’ultima speciale. Anche in quell’occasione pioveva, come successo fino alle prime ore del pomeriggio di oggi ad Alleghe. Il sole che compare a sprazzi fa ben sperare per la giornata di domani, quando la gara entrerà nel vivo con la disputa delle nove prove speciali in programma. Interessante anche quello che si propone come duello all’ultimo centesimo tra il pordenonese Coan su Autobianchi A112 Abarth e il toscano Pagni su Porsche 911. Il Dolomiti Revival di regolarità sport è valido per il Trofeo Tre Regioni.

Dopo la scenografica partenza dal lungolago, le vetture raggiungeranno Malga Ciapèla dove è in programmala cena allietata dalle presenze di ospiti prestigiosi quali Sandro Munari, Tony Fassina e Giorgio Taufer. Ripartenza sabato alle ore 7.00 e arrivo previsto ad Alleghe alle ore 18.30.
Ulteriori informazioni disponibili dal sito web www.rallydolomiti.com