Mancano praticamente due settimane, quindici giorni, per sentire di nuovo il rombo dei motori all’Isola d’Elba. Motori da Rally, quindi una tradizione per l’Isola. E’ dunque in arrivo il XXIV Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy, previsto nuovamente con base a Capoliveri, dal 20 al 22 settembre, promosso dall’Automobile Club Livorno per mezzo del suo “braccio operativo” ACI Livorno Sport.

L’edizione duemiladodici, che è nel pieno del periodo delle iscrizioni (chiusura domani, venerdì 7 settembre, ma è stata chiesta la proroga), vedrà festeggiare i venticinque anni del celebre “Graffiti”, la gara di regolarità nata un anno prima del rally vero e proprio e proprio per questa importante ricorrenza la gara si fregerà di una validità internazionale decisamente importante, intorno alla quale vi è tra l’altro un forte interesse generale.

Terminato da poco il precedente appuntamento del Rally del Friuli- Alpi Orientali (corso la settimana passata), per la serie continentale ed italiana di rallies storici, adesso è tempo di pensare all’appuntamento elbano, per il quale in diversi “nomi” hanno promesso di staccare il classico cartellino di presenza. Sono annunciati praticamente tutti gli attori principali della stagione, con la possibile aggiunta di qualche bella novità sia in termini di “nomi” che di vetture.

TRE VALIDITA’ UFFICIALI, DUE “INTERNAZIONALI” PER FESTEGGIARE LE NOZZE D’ARGENTO DEL “GRAFFITI”

Il XXIV Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy sarà la decima prova delle dodici del Campionato Europeo FIA Rally Storici e la penultima delle dieci del Campionato Italiano Rally Autostoriche. Quest’anno, come innanzi accennato, le validità ufficiali saranno ben tre. Il numero perfetto. A quelle dei Campionati Europeo ed Italiano di Rally Storici, si affianca da quest’anno la terza, un vero e proprio “must” che viene associato al “Graffiti”. Dopo l’esperimento del 2011 chiesto espressamente dalla Federazione Internazionale di inserire nel programma di gara la disciplina di “regolarità media”, la nuova frontiera della specialità, quest’anno, proprio a festeggiare il 25°anno del “Graffiti” (nato dunque un anno prima del rallye), è arrivata la validità ufficiale del FIA Trophy for Historic Regularity Rallies, del quale sarà la settima prova delle undici in calendario. La disciplina è un’evoluzione della regolarità “classica”, volta certamente più all’agonismo, dove a fare classifica sono controlli di passaggio, controlli a timbro e prove definite “di precisione” dovendo quindi mantenere una media, non sempre uguale, stabilita di volta in volta dall’organizzazione della gara stessa, che non farà mancare anche controlli a sorpresa lungo il percorso.

UNA VALENZA OLTRE LO SPORT

L’Isola d’Elba e la sua gara di rally hanno scritto pagine indimenticabili si storia sportiva, il percorso è sempre stato in grado di soddisfare le voglie e le esigenze di chi corre, esaltandone doti di guida e di carattere, ma c’è un’altra particolarità che la gara ha sempre evidenziato. E’ l’essere praticamente da sempre – un irrinunciabile veicolo di immagine per il turismo sull’isola più grande dell’arcipelago toscano. Per l’Elba favorisce infatti l’allungamento della stagione turistica con le presenze “emozionali”, legate quindi all’evento stesso, che ogni anno contano 7000-8000 unità circa e oltre dieci nazioni costantemente rappresentate tra i concorrenti. Competizione, duelli entusiasmanti con protagoniste di prima scena le vetture che hanno fatto la storia delle corse su strada ed anche cultura, saranno di nuovo i segni rimarchevoli del XXIV Rallye Elba Storico per il quale si è lavorato con passione ed impegno per renderlo ancora più affascinante ed esaltante.

GRANDI NOVITA’ SUL PERCORSO: ARRIVANO LA “PARATA-VOLTERRAIO” E LA “POGGIO-LA PILA”

Fedele alla propria ispirazione che cerca sempre di dare valore aggiunto all’evento, il Comitato Organizzatore ha ripensato una parte del percorso, per rendere ancora più avvincente la sfida, per non renderla mai scontata, anche se di scontato sulle strade dell’Isola d’Elba non vi è mai nulla. Sempre tre i giorni di gara, con la partenza prevista da Capoliveri alle ore 20,00 di giovedì 20 settembre. I concorrenti andranno ad affrontare subito la prima novità dell’edizione duemiladodici, la “Parata-Volterraio”(Km. 14,260), due nomi di “piesse” che già da soli sono legati al mito e che insieme faranno . . . grandi cose. E’ una versione inedita, che non mancherà certamente di essere apprezzata dai cultori della gara elbana. Da Cavo, sino a Rio nell’Elba per affrontare la “Parata” e da lì si affronta la parte del “Volterraio” in direzione di Magazzini, ammirando, nello scendere, il golfo di Portoferraio. L’altra novità è rappresentata dall’introduzione della “Poggio-La Pila”(Km. 15,500), praticamente la “Due Mari” in una versione corsa sino agli anni ottanta, con il passaggio all’interno dell’abitato di Sant’Ilario e caratterizzata dalla parte finale con alcuni spettacolari tornanti in discesa.

ED INOLTRE, UNA . . . PIOGGIA DI TROFEI

Una location così esclusiva, un percorso così affascinante non possono che catalizzare l’attenzione a tutto tondo del mondo dei rallies storici. Per questo anche per quest’anno sarà possibile apprezzare al via del XXV Rally Elba Storico alcuni trofei, i quali saranno certamente in grado di avvalorare l’evento si se stesso. Sono previsti il Trofeo A112 Abarth, il Trofeo “della Regina”, dedicato alle Lancia Fulvia HF, il Trofeo Fiat 127, oltre al Challenge Rally Autostoriche 2012 ed al Challenge Italia 2012.

GLI ORARI DI GARA

Come già accennato, la partenza sarà da Capoliveri alle 20,00 di giovedì 20 settembre, dopo la “Parata-Volterraio” i concorrenti correranno la prova spettacolo di Capoliveri stessa (Km. 4,760), riproposta a grande richiesta per il terzo anno, e l’arrivo della prima parte di gara è previsto per le 23,07, quando cioè i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno.

L’indomani, venerdì 21 settembre riprenderà la prima tappa: dalle 08,30 alle 16,42, duelleranno su altre quattro prove, “Parata-Nisporto” (Km. 12,140) che nel secondo giro sarà più corta, chiamandosi “Parata-Nisportino”(Km. 10,300) e la “Monte Perone” (Km. 14,250).

La giornata di chiusura, sabato 22 settembre, avvierà le sfide alle ore 08,30 per far sventolare la bandiera a scacchi alle 16,40, anche in questo caso a Capoliveri. Di nuovo duelli sulla “Parata-Nisporto” (Km. 12,140), poi sulla già menzionata “Poggio-La Pila” (Km. 15,500) e sulla classica “Monumento” (Km. 5,900) In totale il rally misura 508,330 chilometri, dei quali 137,040 cronometrati, vale a dire il 26,96% dell’intera distanza.

LA LOGISTICA CONFERMATA ALL’HOTEL ELBA INTERNATIONAL DI CAPOLIVERI

Nulla di modificato, rispetto al 2011, per quanto riguarda la logistica del Rally, il Quartier Generale della manifestazione rimarrà a Capoliveri, presso le funzionali strutture dell’Hotel Elba International, location esclusiva che ammira il Golfo di Porto Azzurro, dove saranno organizzate la Direzione di Gara, la Segreteria e la Sala Stampa. Quest’anno, poi, l’Hotel sarà ancora più parte integrante della gara, ospitandone un riordinamento, previsto giovedì 20 dopo la prima Prova Speciale, alle 22,22.

LA GARA E’ ANCHE “SOCIAL”

Dalla metà del mese di Luglio il Rallye Elba ha fatto il suo ingresso nel mondo dei social media, con la creazione di identità dedicate su Facebook e e Twitter le quali hanno la funzione informativa ed anche interattiva con i tanti estimatori della gara, con i quali si cerca un dialogo per condividere una passione comune. Sino ad oggi la pagina face book è stata ampiamente visitata ed ha registrato un forte impulso di interazione con molti appassionati. In essa vengono anche costantemente postate informazioni di caratere tecnico/logistico, così da essere un ulteriore supporto al sito web ufficiale dell’evento.

I PARTNER: INSIEME ALLA GARA CON PASSIONE

Locman Italy, Moby Spa, Comune di Capoliveri, Eni, Ip, Acqua dell’Elba ed ovviamente l’Automobile Club Livorno anche per l’edizione 2012 della gara saranno al fianco dell’organizzazione confermando la loro forte passione per lo sport dell’automobile ed in modo particolare per il Rallye all’Isola d’Elba.

L’edizione 2011 della gara venne vinta dalla Lancia Rally 037 di Bianchini-Baldaccini.

FOTO: Un’immagine del 1° Elba Graffiti: Arnaldo Cavallari