Cefalù è al pronti via, i piloti stanno già allacciando cinture e caschi, chi riscalda le gomme chi da un’ultima messa a punto. Mmancano meno di 48 ore all’avvio del 1° Rally Ronde Scicolone. l’elenco iscritti è ormai definitivo e siamo di fronte a un parco partenti di alto livello e numeroso. Nessun rally quest’anno in sicilia ha raggiunto una quota di iscritti cosi alta. 60 moderne e 20 storiche (grazie a una deroga speciale CSAI) saliranno lungo la PS “Circuito Madonie” di 14,10 km da ripetersi 4 volte, percorso che la 96° Targa Florio copriva nella parte finale della PS “Cefalù”, proprio quella PS disgraziata che ci ha lasciato l’amaro in bocca con la scomparsa di Gareth Roberts.

Come si era già anticipato il pluricampione Giandomenico Basso partirà con la numero 0 per poi essere seguito dal numero 1 Marco Runfola a bordo di una Renault Clio R3C che solo all’ultimo è riuscito a iscriversi alla gara grazie a uno sponsor acchiappato negli ultimi istanti. Il favorito è senz’altro Toto Riolo che a bordo della 207 S2000 preparata dalla Ferrara Motors dice: “Mi sento come a casa ed il tracciato mi è congeniale. Conosco bene la professionalità del team che cura i dettagli tecnici della mia vettura, daremo il massimo per portare a casa un risultato importante, pure per regalare tanto divertimento e la giusta dose di soddisfazione sportiva ai numerosi appassionati presenti certamente ai margini del percorso di gara”. D. Novelli e F. Giardina a bordo anche essi di una 207 S2000 sono pronti a infastidire il favorito pilota cerdese. Il sindaco di Saponara Nicola Venuto (nel messinese vittima dell’alluvione e centro operativo del Rally del Tirreno) sarà a bordo di una Fiat Punto Abarth S1600 unico di categoria. Tante Renault Clio R3c e tra i più minacciosi oltre a Runfola ci sarà in gara anche il pericoloso Filippo Vara. In gara anche una Citroen C2 R2 Max guidata da G. Calì e molto affollate le classi A7-FA7, con piloti molto valevoli per la vittoria di classe e un possibile inserimento nella top ten a ridosso dei big. Anche da seguire sicuramente le N3 ed FA5, con ben 10 concorrenti per classe.

Al seguito delle moderne partiranno 20 splendide vetture storiche. M. Guagliardo favoritissimo con la sua Porsche 911 sc 3 litri deve comunque guardarsi da pericolosi avversari al seguito, in primis A. Altopiano sempre in derapata con la sua rara e stupenda Opel Ascona 400, seguiti da M. De Luca e N. Mannino alla guida di Porsche senza dimenticarci anche del velocissimo Angelo Diana con la sua BMW 320 (2.0 litri) che nonostante la mancanza di potenza rispetto alle vetture sopra citate è sempre riuscito in grandi prestazioni agguantando anche alcune vittorie assolute. anche P. Vezzana a bordo di una piccola ma agile Opel Kadett in un percorso cosi tortuoso può dire la sua assieme al giovane talento P. Fullone da poco passato a una BMW 2002 Ti dopo molte vittorie su una Mini Cooper S.

Il rally partirà con la numero 1 a Gratteri, Corso Umberto, alle 19:00 per poi trasferirsi sul lungomare di Cefalù per il parco chiuso. Le partenze della PS saranno, in ordine cronologico, alle 8,56 – 10,59 – 13,02 – 15,05 per poi salire sul palco d’arrivo nel lungo mare di Cefalù alle 16:30. La PS è molto facile da raggiungere basta seguire le indicazioni per il Santuario di Gibilmanna, lo start è molto vicino alla città di Cefalù

A desiderare fortemente la nascita sul territorio del Rally Ronde Scicolone “Circuito Cefalù e Madonie” è stata in prima persona Antonella Scicolone, presidente della Fondazione Scicolone, ente di stampo sportivo-culturale con base proprio a Cefalù, figlia di un pioniere dell’automobilismo locale. Antonella ha inteso in questo modo ricordare la figura del fratello Salvatore Scicolone, giovane ardente appassionato di motori locale prematuramente scomparso alcuni anni fa.

Vi invitiamo a visualizzare il sito della gara per tutte le info: http://www.rallyrondescicolone.it/

I primi dieci equipaggi al via:

1 Runfola – Cimino (Renault Clio Rs R3C)
2 Riolo – Alduina (Peugeot 207 Super 2000)
3 Novelli – Salemi (Peugeot 207 Super 2000)
4 Giardina – Saja (Peugeot 207 Super 2000)
5 Territo – Barbaro (Mitsubishi Lancer Evo VI)
6 Venuto – Lo Neri (Fiat Punto Super 1600)
7 Cacioppo – M. Lampo (Mitsubishi Lancer Evo X)
8 Di Lorenzo – Cardella (Mitsubishi Lancer Evo VII)
9 Provenza – Glorioso (Renault Clio Rs R3C)
10 Vara – Rappa (Renault Clio Rs R3C)