La ricetta per una manifestazione di successo la propone ancora una volta il Rally Club Isola Vicentina: una gara di regolarità con la formula “turistica”, un paese che accoglie di buon grado la manifestazione e la abbina ad una sagra locale, un elenco iscritti con oltre centocinquanta equipaggi al via. Aggiungiamo il meteo che è stato benevolo considerando che si era a novembre inoltrato.

La riprova del successo si è avuta dalle numerose testimonianze degli equipaggi mentre transitavano al controllo orario d’arrivo. Molto gradito il percorso, specie quello dove si sono svolte le prove di precisione, otto con rilevamento al centesimo di secondo; sottolineata anche l’attenzione alla sicurezza e il pubblico numeroso che ancora una volta ha dimostrato quanto alto sia il livello della passione nella zona.
Molto interessante il parco vetture che contemplava un lungo periodo che andava dai primi anni ’60 con una rara Volvo 121 Amazon fino al 2007 di un’altrettanto rara Renault Clio V6, passando per un gran numero di Lancia Fulvia, Autobianchi A112 Abarth, Opel di tutti i tipi. Molto ammirata una bellissima Saab 96 V4 dall’insolita livrea arancione con la quale corse negli anni ’70, ma gli occhi degli spettatori sono stati deliziati da tutto il parco vetture, decisamente variegato ed interessante. Presenti anche ben sei navigatori ipovedenti i quali, grazie al progetto M.I.T.E. hanno condotto altrettanti piloti lungo il percorso grazie ai radar appositamente realizzati in braille.

La gara delle vetture storiche ha visto il successo dei patavini Luigino Gennaro e Mario Ghirardelli su Porsche 911 che hanno preceduto di quattro centesimi di secondo la Volvo Amazon di Leonardo Fabbri ed Alessandra Inverardi; a completare il podio, la bella Opel Ascona 400 di Diego e Fabio Coghi che totalizzano cinquantaquattro penalità.

Tra la categoria delle vetture moderne svetta l’Autobianchi A112 Abarth di Adriano Pilastro perfettamente navigato da Sonia Cipriani: salgono così a diciannove le vittorie ottenute dagli equipaggi portacolori del progetto M.I.T.E. con grande soddisfazione di Gilberto Pozza ideatore ed animatore dell’iniziativa. In seconda posizione si piazza la Fiat 500 Sporting di Pietro Iula e William Cocconcelli e in terza la Peugeot 205 Gti di Enrico Vianello e Gloria Margherita.

Molto applauditi anche i due equipaggi femminili: tra le storiche quello formato da Giulia Benedetti e Chiara Cristianelli su Fiat 127, mentre tra le moderne Alice Paccagnella e Marilisa Mazzuccato hanno corso a bordo di un’Opel Corsa Gsi.

Al termine della manifestazione si sono tenute le premiazioni nel palatenda allestito per la locale sagra che ha dato la possibilità a tutti i partecipanti di gustare le prelibatezze gastronomiche della zona. Visibilmente soddisfatto Renzo De Tomasi, Presidente del Rally Club Isola Vicentina, che ancora una volta ha organizzato in modo eccellente una manifestazione che anno dopo anno riscuote sempre più consensi e meritati i complimenti lo stesso ha voluto condividere con tutto lo staff del Rally Club.