E’ già in piena attività la macchina organizzativa della seconda edizione del Rally Dolomiti Historic e del Dolomiti Revival, gara di regolarità sport.

Anche se non numerosi, coloro i quali hanno partecipato alla prima edizione sono stati entusiasti della nuova manifestazione veneta elogiandone soprattutto il percorso che si snoda tra Agordino e Valzoldana e hanno ben interpretato lo slogan di presentazione dell’evento che recita “un rally, una vacanza” e che viene riconfermato!
Rispetto allo scorso anno le concomitanze di calendario hanno suggerito la collocazione al 21 e 22 giugno in modo da non ritrovarsi a ridosso di altre manifestazioni di autostoriche limitrofe.

Confermato il quartier generale nella località di Alleghe (BL) dove si terranno le operazioni di verifica, di partenza e arrivo, riordini e premiazioni agevolando così anche la logistica. Una novità rilevante è data dalla disputa di una prova speciale, la Digonera, il venerdì pomeriggio, una volta effettuata la quale le vetture entreranno nel riordino notturno da dove ripartiranno di buon’ora il sabato per affrontare e ripetere il giro attorno al massiccio del Civetta dove si correranno le restanti otto prove speciali.

Lo sviluppo totale del percorso misura circa 320 chilometri, 64 dei quali di prove cronometrate. Oltre al riordino notturno, se ne prevedono altri due il sabato sul lungolago di Alleghe.

Il programma di massima prevede l’apertura delle iscrizioni mercoledì 22 maggio e la chiusura delle stesse lunedì 17 giugno. Ricognizioni nella giornata di giovedì 20 e nelle prime ore di venerdì 22 prima dell’inizio delle verifiche previste dalle ore 10 alle 14 e regolamentate. Partenza alle 17 di venerdì 21, riordino notturno, ripartenza alle 7.31 e arrivo previsto alle ore 17.50 di sabato 22, in centro ad Alleghe e a seguire le premiazioni. Il Palaghiaccio di Alleghe ospiterà anche direzione gara e sala stampa.