Successo ipotecato sin dai primi chilometri di gara per la Porsche 911 RSR Gruppo 4 di Pierfrancesco Verbilli e Paolo Toni che si aggiudicano tutte le dieci speciali regolarmente disputate. Alla prima esperienza con una vettura storica e a trazione posteriore il pilota modenese aggiunge anche questa gara nel suo palmarès e realizza un trittico di vittorie composto da Rally Città di Modena, Rally dell’Appennino Modenese e Rally Storico dell’Emilia!

Partito molto forte sin dal prologo serale il duo locale ha via via aumentato il vantaggio chiudendo con oltre due minuti sull’Opel Ascona 400 Gruppo 4 dei toscani Brunero Guarducci e Massimo Bazzani, che si aggiudicano la classifica del 3° Raggruppamento dopo una partenza non ottimale il sabato, ma con un buon recupero nella seconda parte di gara. Molto buona la prestazione dei veneti Gianluigi Baghin ed Anna Ferro autori della terza prestazione globale con l’Alfa Romeo Alfetta Gt Gruppo 2 e vincitori dell’ipotetica sfida tra le “due litri” con la Ford Escort RS Gruppo 2 dall’illustre passato storico di Nicola Vacciago e Riccardo Burchi.

Decisamente positiva anche la gara della Fiat X 1/9 dei vicentini Manuel Mettifogo e Thomas Zanotto. L’annunciata sfida tra le Autobianchi A112 si era praticamente decisa dopo il primo giro di prove ed il secondo ha confermato la vittoria per i veronesi Franco Beccherle e Dino Bortolamezzi, davanti ai romagnoli Gabriele Borghesi e Nicola Doria e ai vicentini Giuliano Ongaro e Mattia Franchin pesantemente condizionati da problemi di alimentazione nel corso della sesta prova speciale. Gara regolare e priva di sbavature per la Simca Rally 2 di Mario e Diego Pieropan e una menzione anche per la Lancia Fulvia di Simone Lenzetti e Andrea Cerati che concludono la gara scrollandosi di dosso la ruggine dovuta a quasi tre anni di assenza dai campi di gara.

Qualche problema con i rilevamenti cronometrici della Regolarità Sport dell’Emilia, ha di fatto ritardato l’emissione della classifica finale che, una volta ufficializzata dopo la correzione di evidenti errori, ha decretato vincitori Maurizio Senna ed Emanuele Suardi con la BMW 2002 Ti. Staccati di tre penalità Paolo Veronese e Carlo Righetto con l’Innocenti Mini Cooper Mk III; completano il podio Giuliano Brentegani e Manuel Prolunghi con la BMW 318. Il podio del Trofeo Tre Regioni rispecchia perfettamente quello della classifica assoluta. Hanno concluso la gara ventinove delle trentacinque vetture partite.